Ciclocross, Mondiali 2019: secondo oro per la Gran Bretagna! Thomas Pidcock domina negli Under 23, quinto Jakob Dorigoni


Seconda gara e seconda medaglia d’oro per la Gran Bretagna ai Campionati Mondiali 2019 di ciclocross, in scena questo fine settimana a Bogense (Danimarca). Nella prova Under 23 maschile il fuoriclasse britannico Thomas Pidcock ha conquistato il primo titolo iridato della carriera chiudendo con il tempo complessivo di 47:42 davanti al belga Eli Iserbyt, staccato di 15”, ed al francese Antoine Benoist, a 23”. Successo da favorito per Pidcock, che nel quarto giro ha staccato tutti gli avversari con un attacco di classe e potenza e si è involato verso una vittoria solitaria. L’azzurro Jakob Dorigoni ha corso da protagonista chiudendo al quinto posto e lottando alla pari con i migliori. Molto più staccati gli altri italiani in gara, Antonio Folcarelli (34° a 3.28′) e Stefano Sala (40° a 4.04′).

Ottimo partenza dell’azzurro Dorigoni che si porta in terza posizione alle spalle del francese Antoine Benoist e del belga Lander Loockx e chiude il primo giro nel gruppo di testa, composto da sette corridori. Dopo una seconda tornata interlocutoria, il belga Eli Iserbyt, campione del mondo uscente, prova un primo allungo, ma il gruppo rimane a 6”. Nella prima parte del quarto giro il britannico Thomas Pidcock con un’azione di pura potenza si riporta sull’avversario e prova ad allungare a sua volta, mentre l’azzurro fatica a tenere le ruote della coppia al comando. A metà gara il britannico aumenta il proprio vantaggio e guida con 20” sul quartetto composto da Iserbyt, Dorigoni, Benoist e dallo svizzero Loris Rouiller.

Con Pidcock involato verso la vittoria, l’attenzione si sposta sul gruppo in lotta per le medaglie, dove l’azzurro paga lo sforzo della prima parte di gara ma resta a contatto. Iserbyt allunga rispetto alla concorrenza nel finale del sesto giro, ma scivola sul terreno ghiacciato e viene raggiunto dal ceco Tomas Kopecky, mentre Benoist e Dorigoni perdono qualche metro. Nella settima tornata il belga scappa nuovamente, mentre il francese stacca l’azzurro e il ceco per il bronzo. Pidcock entra nell’ultimo giro con 24” su Iserbyt e 29” su Benoist e le posizioni non cambiano nel finale, con Kopecky che supera Dorigoni in volata.

 

 

roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Thomas Pidcock Twitter

Lascia un commento

scroll to top