Superbike, Test Jerez 2019: Jonathan Rea chiude al comando il Day-2 e sfiora il tempo di Bradl con la Honda MotoGP


Jonathan Rea (Kawasaki) inizia con il piede giusto anche il suo 2019 e conclude al comando la due giorni di test riservati alla Superbike di Jerez de la Frontera. Il campione del mondo in carica ha chiuso la sua giornata con il tempo di 1:39.160 (per fare un esempio a novembre si fermò sull’1:38.713 ma con temperature decisamente migliori per girare) sfiorando addirittura il tempo di Stefan Bradl che ha girato con la Honda pronta per il Mondiale MotoGP. Il tedesco, che prenderà il posto di Jorge Lorenzo nei test di Sepang, ha piazzato il crono di 1:39.152, ma il tempo di Rea ha fatto davvero scalpore.

Al secondo posto (dopo ben 102 giri completati) per quanto riguarda le moto derivate di serie, troviamo il britannico Alex Lowes (Yamaha) si è fermato a 220 millesimi dal quattro volte campione del mondo, mentre al terzo posto si è classificato il suo connazionale Leon Haslam (Kawasaki) a 350.

Quarta posizione per lo spagnolo Alvaro Bautista (Ducati) che prova a bruciare le tappe della conoscenza con la sua nuova moto, e si ferma a 468 millesimi da Rea. Quinta posizione per il turco Toprak Razgatliouglu (Kawasaki Puccetti) a poco meno di otto decimi, sesta per il tedesco Sandro Cortese (Yamaha) a 923 millesimi, settima per l’olandese Michael van der Mark (Yamaha) a 993, ottava e nona per i nostri Marco Melandri (Yamaha) e Michael Ruben Rinaldi (Ducati Barni), rispettivamente a 1.317 e 1.388, mentre completa la top ten il britannico Chaz Davies (Ducati) a 1.469.

 

 

 

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

Lascia un commento

scroll to top