Pattinaggio artistico, Europei 2019: solo il regolamento impedisce alla Russia di monopolizzare le prime sette posizioni. Dominio assoluto nel singolo femminile

È proprio vero. Solo il regolamento ISU, che prevede la partecipazione di soli tre atleti nelle principali competizioni internazionali, impedisce alla fortissima squadra russa di monopolizzare nella specialità del singolo femminile almeno le prime sette posizioni al Campionato Europeo di pattinaggio artistico, pronto ad andare in scena nella città di Minsk (Bielorussa) dal 21 al 27 gennaio.

Un dominio assoluto che vede, oltre ovviamente il contributo di Alexei Mishin, Elena Buianova, Tatiana Tarasova e altri, in Eteri Tutberidze la principale artefice. L’allenatrice russa infatti sarà ricordata per sempre per aver, nel corso di pochi anni, alzato prepotentemente l’asticella guidando prima le proprie atlete Alina Zagitova e Evgenia Medvedeva a conquistare una doppietta Olimpica a PyeongChang 2018, spingendo poi successivamente altre giovani pattinatrici oltre i salti tripli, aiutandole a completare elementi impensabili fino a qualche tempo fa come il quadruplo toeloop e il quadruplo salchow (Alexandra Trusova) oltre che il quadruplo lutz (Alexandra Trusova, Anna Shcherbakova).

A dare conferma di quanto detto basta vedere la lista dei convocati all’appuntamento nella capitale Bielorussa: con il Campionato Nazionale dominato dalle pattinatrici Junior ancora non eleggibili nella massima categoria e contrassegnato dal rocambolesco settimo posto di Evgenia Medvedeva (da questa stagione passata alla corte di Brian Orser) e dall’infortunio di Elizaveta Tuktamyševa, la federazione russa schiererà alla rassegna continentale, oltre ovviamente la fuoriclasse Alina Zagitova, due patinatrici molto competitive nonostante la poca esperienza in ambito europeo: Stanislava Kostantinova e Sofia Samodurova. La prima si trova ad affrontare per la prima volta il ghiaccio continentale dopo l’esperienza non felice ai Campionati Mondiali di Milano dello scorso anno (diciannovesima posizione), la seconda invece si appresta a debuttare dopo il quinto posto ottenuto alle Finali ISU Grand Prix di Vancouver. 

Nel corso della prima parte di stagione Stanislava Kostantinova ha ben figurato sopratutto nella tappa Grand Prix di Helsinki, in cui ha ottenuto il primato personale pattinando due segmenti di gara eccellenti, caratterizzati dall’esecuzione di elementi di alto livello come ad esempio le combinazioni triplo lutz/triplo toeloop, doppio axel/euler/triplo salchow, triplo lutz e triplo rittberger. Bagaglio tecnico importante anche quello di Sofia Samodurova, reduce dall’esperienza  positiva delle Finali di Vanvouver in cui ha confezionato due performance davvero pulite scavalcando quota 200 punti (204.33).

Riusciranno le due atlete “minori” ad accompagnare la Campionessa Olimpica Alina Zagitova sul podio? Salvo sorprese sì, ma lo deciderà solo il ghiaccio di Minsk, dove cercheranno di mandare in fumo la tripletta russa atlete competitive come la belga Leana Hendrickx e la svizzera Alexia Paganini, apparse particolarmente in forma nel corso delle ultime uscite stagionali.

CLICCA QUI PER CONOSCERE IL CALENDARIO COMPLETO DEGLI EUROPEI DI MINSK

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sport invernali oggi (19 gennaio): orari e calendario completo delle gare. Programma, tv e streaming

Sci alpino, Discesa Wengen 2019: orario d’inizio e come vederla in tv e streaming. I pettorali di partenza