Pattinaggio artistico, Europei 2019: le favorite del singolo femminile. Alina Zagitova senza rivali, Kostantinova e Samadurova per la tripletta russa

Una cosa è certa. Solo Alina Zagitova può fermare Alina Zagitova ai prossimi Campionati Europei di pattinaggio artistico pronti a partire nella capitale bielorussa di Minsk.

Con l’assenza di Carolina Kostner e una concorrenza interna diversa da ciò che si aspettava, ovvero con Elizaveta Tuktamyševa ed Evgenia Medvedeva fuori da giochi, la Campionessa Olimpica in carica, salvo clamorose sorprese, non dovrebbe avere alcun tipo di problema nel conquistare il secondo titolo continentale consecutivo. Il talento allenato da Eteri Tutberidze è inoltre in cerca di riscatto dopo il programma libero da incubo dei Campionati Nazionali, chiusi in quinta posizione lasciando lo scettro alle tre atlete Junior Anna Shcherbakova, Alexandra Trusova e Alena Kostornaia.

Le altre due russe in gara, Stanislava Kostantinova e Sofia Samodurova, hanno tutte le carte in regola per poter occupare le rimanenti due posizioni del podio. La prima in particolare ha ben figurato nelle tappe di qualificazione del circuito ISU Grand Prix presentando un layout competitivo in entrambi i segmenti di gara sfiorando quota 200 (197.57) nella gara di Helsinki, soglia superata dalla compagna di squadra alle Finali del circuito di Vancouver, in cui ha totalizzato 204.33 punti. In generale, seguendo la tendenza degli ultimi anni (e a maggior ragione con le nuove norme regolamentari), superare i 200 punti potrebbe certamente assicurare un piazzamento di lusso. Tuttavia i riflettori saranno puntati anche su altre pattinatrici competitive come la svizzera Alexia Paganini, la finlandese Viveca Lindfors e la francese Mae Berenice Meite.

La gara della specialità del singolo femminile sarà quella che inaugurerà la rassegna mercoledì 23 gennaio a partire dalle ore 9:45 italiane con lo short program. Il libero è invece previsto per venerdì dalle ore 16:00.

 

CLICCA QUI PER CONOSCERE IL CALENDARIO COMPLETO DEGLI EUROPEI DI MINSK

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, le convocate dell’Italia per Garmisch. Torna Sofia Goggia!

Hockey prato, Hockey Series Open 2019: l’Italia ha scoperto l’ultima avversaria, sarà la Namibia