MotoGP, Maverick Vinales: “Alla Yamaha ho chiesto una moto più piccola. Sono stato troppo poco convincente sulle decisioni tecniche”


Maverick Vinales non vede proprio l’ora di tornare in sella alla Yamaha per esprimere tutta la propria velocità sulla M1. Il Mondiale MotoGP 2018, al di là del successo di Phillip Island (Australia), è stato avaro di soddisfazioni e quindi le aspettative sono completamente diverse per la nuova stagione che prenderà il via a Losai (Qatar) il prossimo 10 marzo.

Un Vinales che ha fatto fatica a trovare il giusto equilibrio con la due ruote di Iwata anche per le sue dimensioni come spiega in un’intervista concessa a it.motorsport.com: “Fin dall’inizio, ho chiesto alla Yamaha una moto più piccola perché quella che ho guidato fino ad ora era troppo grande per me. Ricordo che mi sono adattato perfettamente alla Suzuki, arrivando a qualsiasi parte della moto, mentre con la M1 devo muovermi da tutte le parti” .

Maverick, in questo senso, entra maggiormente nel dettaglio spiegando quale sia stata la linea che avrebbe desiderato dal punto di vista tecnico: “E’ difficile cambiare la moto nel suo complesso, ma se consideriamo il motore, alcuni dettagli ed alcune cose nell’aerodinamica, penso che la differenza possa essere molto importante. All’inizio dell’anno avrei dovuto essere più convincente sulle decisioni tecniche. Ad esempio, quando ho chiesto di provare nuovamente il motore 2016, non sono stato abbastanza testardo e l’ho pagato caro” ha ammesso lo spagnolo.

Dunque quest’anno, visti anche alcuni cambiamenti sostanziali nel team e l’addio di Ramon Forcada, vi potrebbero essere delle conseguenze positive. Vedremo se la Yamaha saprà assecondare i voleri del “Top Gun” della MotoGP.

 

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Lascia un commento

scroll to top