LIVE Sci alpino, Gigante Kronplatz 2019 in DIRETTA: Marta Bassino sul podio! Domina Shiffrin!


Buongiorno e benvenuti alla Diretta Live del gigante femminile di Kronplatz (BZ), quinto degli otto appuntamenti stagionali tra le porte larghe della Coppa del Mondo di sci alpino. Siamo dunque al giro di boa ed entra nel vivo la corsa per aggiudicarsi la sfera di cristallo di specialità. Federica Brignone si trova al comando di una classifica cortissima con 270 punti, rispettivamente 5 e 15 in più della francese Tessa Worley e dell’americana Mikaela Shiffrin. In piena corsa resta anche la tedesca Viktoria Rebensburg, quarta a quota 210 ed ancora in lotta nonostante paghi uno “zero” rispetto alle avversarie. Queste quattro atlete rappresentano da anni il gotha mondiale del gigante ed oggi daranno spettacolo sulla difficilissima pista Erta.
All’appello mancheranno le austriache Stephanie Brunner ed Anna Veith, entrambe incappate nei giorni scorsi in gravi infortuni alle ginocchia che ne hanno interrotto prematuramente la stagione. Tra le outsider vanno citate la norvegese Ragnhild Mowinckel e, soprattutto, la slovacca Petra Vlhova, quest’ultima vincitrice dell’ultimo gigante disputato a Semmering ed in crescita esponenziale anche tra le porte larghe. La speranza è che la stagione di Marta Bassino, sin qui molto al di sotto delle aspettative, possa finalmente svoltare.
La prima manche inizierà alle 10.00, la seconda alle 13.00. Non perdetevi neanche un aggiornamento della gara con la nostra Diretta Live. Buon divertimento e buona mattinata di sci! (Foto: Barni/Shutterstock.com)

La cronaca della prima mancheLe classifiche di Coppa del Mondo femminili

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLA SECONDA MANCHE DI MARTA BASSINO

CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE AGGIORNATE DI COPPA DEL MONDO

13.59 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di giornata.

13.58 Shiffrin si porta al comando della classifica di gigante con 355 punti, +10 su Worley, mentre Brignone scivola in terza piazza a -45 dall’americana: si fa dura.

13.57 Ha vinto neanche a dirlo Mikaela Shiffrin. Successo n.53 in Coppa del Mondo per l’americana. 1″21 di vantaggio su Worley, Bassino è terza a 1″57. Quarta Vlhova, quinta Rebensburg, sesta Brignone, 14ma Marsaglia, 17ma Pichler.

13.55 Giù il cappello per Tessa Worley. La francese va al comando con 0.36 su Bassino, realizzando il miglior tempo di manche. L’azzurra ha pagato il piano iniziale dove ha perso 3 decimi. Comunque torna sul podio in gigante dopo quasi due anni. Ora Mikaela Shiffrin! Parte con 1″39 di vantaggio.

13.53 PODIOOOOOOOOOOOOOOOO!!! MARTA BASSINO E’ SICURA DELLA TOP3! Vlhova è seconda a 0.49 dall’azzurra! Ora Tessa Worley, la francese scatta con 0.08 sull’azzurra. Dovrà superarsi per andarle davanti, sul muro la nostra portacolori è stata sublime!

13.51 IMMENSAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!! E’ TORNATAAAAAAAAAAAAAAA!!! Marta Bassino incanta sul muro, delizia e ammalia! Va al comando con 0.74 su Rebensburg, miglior tempo di manche! Vogliamo il podio! Ora Vlhova, la slovacca parte con 0.05 sull’azzurra.

13.49 Errori a catena per Mowinckel, che poi scivola e finisce fuori. Era in vantaggio di 0.26 all’ultimo intermedio. Ora le ultime quattro, si comincia con Marta Bassino che deve attaccare e non pensare al gap di 0.23 su Rebensburg.

13.48 In gara la norvegese Mowinckel, ha 2 decimi su Rebensburg da difendere.

13.47 Niente da fare, Federica Brignone cambia approccio rispetto alla prima manche, va all’attacco ma commette un paio di sbavature sul ripido. E’ seconda a soli 5 centesimi da Rebensburg: oggi perderà la testa della classifica di gigante.

13.45 Rebensburg va in testa per soli 14 centesimi. Nel finale la tedesca ha perso tanto. Ora Federica Brignone, parte con soli 0.09 sulla teutonica.

13.43 Nulla da fare per Ricarda Haaser, impossibile per lei tenere il passo della Hrovat. E’ seconda a 0.52. Ora con Rebensburg non si scherza più. La tedesca parte con 0.41 su Hrovat e di sicuro darà tutto per scalare posizioni ed agguantare il podio.

13.40 Ora le ultime otto, si entra nel vivo della gara e ci si gioca il podio. Si parte con l’austriaca Haaser che dovrà difendere appena 11 centesimi da una Hrovat davvero superlativa.

13.39 Manche eccezionale per la slovena Hrovat, rapidissima nei cambi tra una curva e l’altra. Miglior tempo di manche e 0.95 di vantaggio su Holdener: può pensare alla top5, chissà se non anche al podio…

13,37 Hector decisamente macchinosa, è quinta a 0.54, appena 4 centesimi davanti a Marsaglia, che scala in sesta piazza. Ora la slovena Hrovat, per lei 0.28 da gestire su Holdener.

13.36 Holdener ha attaccato a tutta come di consueto, ma sul muro è andata quasi in rotazione. Ciò nonostante va in testa con 20 centesimi su Hansdotter. Ora le migliori 10. Si comincia con la svedese Hector, che dovrà difendere un margine risicato di 0.06 dalla svizzera.

13,34 Frasse Sombet è terza a 0.21. E’ il turno dell’elvetica Holdener, undicesima a metà gara con 28 centesimi da difendere sulla svedese Hansdotter.

13.33 Ora la francese Frasse Sombet che parte con 0.27 su Hansdotter.

13.32 La svizzera Ellenberger, mai nelle 20 prima di oggi, festeggia la miglior gara della carriera: è seconda a 0.09 da Hansdotter.

13.31 Marsaglia è seconda a 0.38. Può sorridere, è il suo miglior risultato stagionale.

13.28 Si scatena la svedese Hansdotter. Va in testa con 41 centesimi di vantaggio su Lysdahl, anche se nel finale ha perso 4 decimi. Ora la nostra Francesca Marsaglia che scatta con 0.11 di margine sulla scandinava.

13.26 La norvegese Lysdahl mantiene la testa con 0.24 sulla nostra Pichler e 0.46 sull’austriaca Schild. Ora le ultime 15 atlete. La scandinava ha già recuperato otto posizioni.

13.25 Brem è decima a 1″21, continua a recuperare posizioni Karoline Pichler, è seconda quando mancano 15 atlete. Chissà che non possa meritarsi la convocazione per i Mondiali.

13.23 Direz è settima a 0.86. La francese raccoglie i primi punti in Coppa del Mondo della sua stagione. Ora una grande decaduta come l’austriaca Eva-Maria Brem. 7 decimi da amministrare.

13.22 Lara Gut è quarta a 0.49 da Lysdahl, che continua a risalire. Ora la francese Clara Direz, ben 0.63 da difendere.

13.20 Bravissima Karoline Pichler, ha attaccato con il cuore e senza paura. E’ seconda a 24 centesimi dalla Lysdahl, piange di gioia al traguardo. E’ il suo miglior piazzamento in carriera, mal che vada sarà 20ma. Dopo tanti infortuni, è una rinascita.

13.18 Molto legnosa l’azione di Grenier sul muro. E’ quinta a 1″02. Tocca alla nostra Pichler, deve difendere 0.33 dalla Lysdahl. Difficile che attacchi, troppo importante arrivare al traguardo.

13.16 Fuori la Grenier, che ha saltato una porta. Ora un’altra canadese, Gagnon: scatta con un gap di 3 decimi esatti. A seguire la prima delle quattro azzurre, Karoline Pichler.

13.14 Tilley resta troppo in curva e fatica a svicolare gli sci. E’ quarta a 0.73. Ora la canadese Grenier, 0.24 di vantaggio dalla leader al cancelletto di partenza.

13.13 L’austriaca Truppe è quinta a 1″26. Ora l’estrosa britannica Tilley, parte con 14 centesimi da difendere su Lysdahl.

13.11 Abbiamo una nuova leader. Lysdahl va al comando con 46 centesimi di vantaggio su Schild ed il miglior tempo di manche. Recupererà senz’altro posizioni.

13.09 La 21enne americana, che prima di oggi era approdata alla seconda manche solo nel gigante di Killington, conclude quarta a 0.82. Prosegue la rimonta di Schild. Ora la norvegese Lysdahl, scatta con 0.12 di vantaggio.

13.07 L’elvetica fatica sul muro e conclude terza a 0.68. Tocca all’americana Nina O Brien, 0.05 da difendere su Schild, che resiste al comando.

13.06 Staalnacke, per la prima volta in carriera a punti in gigante (è stata quattro volte top30 in slalom), si accontenta di arrivare al traguardo ed è terza a 0.96. E’ il turno della svizzera Wild, vanta 5 centesimi di margine su Schild.

13.04 Qualche imperfezione per Schild, che fa però correre lo sci. Va in testa con 14 centesimi su Miradoli. Tocca alla svedese Staalnacke, scatta con soli 4 centesimi di vantaggio.

13.03 Haugen rimane troppo sullo spigolo e chiude a ben 1″73 da Miradoli. Vedremo se saprà far meglio l’austriaca Schild.

13.01 In pista la norvegese Haugen.

13.01 2’09″36 per Miradoli, una buona discesa per la transalpina.

13.00 Partita la francese Miradoli. Ricordiamo che la manche è stata tracciato dall’allenatore della tedesca Victoria Rebensburg. E’ più filante rispetto alla prima frazione.

12.58 2 minuti e si comincia.

12.58 Speriamo che Karoline Pichler possa fare una bella gara. Una ragazza sfortunatissima, falcidiata da infortuni a catena. Ha raccolto punti una sola volta nel 2014, oggi può iniziare una nuova carriera. Ce lo auguriamo di cuore.

12.57 La prima atleta al via sarà la francese Romane Miradoli, quindi toccherà a Kristine Gjesten Haugen (NOR) e Bernadette Schild (AUT) autrice di una discesa ben lontana dalla sue migliori possibilità.

12.55 Cinque minuti al via della seconda manche! Giornata splendida a Kronplatz con sole pieno e temperature ideali per gareggiare.

12.53 Per Brignone c’è l’imperativo di reagire dopo una prima manche tutt’altro che impeccabile per provare a limitare i danni nella classifica di specialità. La nostra campionessa comanda ancora la graduatoria, ma Shiffrin (-15 punti) e Worly (-5) hanno la chance di sorpassarla.

12.51 Al cancelletto anche Francesca Marsaglia, 14esima a 2.56 e Karonline Pichler, 19esima a 3.15. Per la padrona di casa altoatesina concludere la gara significherebbe spezzare un incubo (sotto forma di infortuni) che la sta attanagliando da ormai troppi anni.

12.49 Saranno quattro le italiane al via di questa seconda manche, con Marta Bassino (quarta a 1.47) e Federica Brignone (ottava a 1.61) ampiamente a caccia del podio.

12.47 La prima manche ha vinto l’ennesimo capolavoro di Mikaela Shiffrin che ha rifilato distacchi abissali a tutte! 1.39 a Tessa Worley e 1.42 a Petra Vlhova.

12.45 Bentornati a Kronplatz, è tutto pronto per la seconda manche dello slalom femminile! Grande spettacolo sulla Erta!

E’ tutto per questa DIRETTA LIVE della prima manche del gigante femminile Kronplatz. Appuntamento alle 13.00 per una seconda run appassionante.

10.54: Dopo le prime 30 sciatrici, comanda nettamente Shiffrin con 1″39 su Worley: l’americana ha ipotecato la vittoria, può perderla solo lei. Dal secondo al settimo posto troviamo sei atlete in lizza per il podio e racchiuse in soli 31 centesimi: dopo Worley troviamo nell’ordine Vlhova, Bassino, Mowinckel, Brignone e Rebensburg. 14esima al momento Marsaglia, ultima azzurra ad essere giunta al traguardo.

10.53: L’austriaca Ellenberger, con il pettorale n.30, conquista il 13° posto a 2″42, piazzandosi proprio davanti alla nostra Marsaglia, che scala in quattordicesima posizione.

10.50: Francese Frasse si porta proprio davanti a Marsaglia, in dodicesima posizione, con 2″40 di ritardo.

10.49: 12esima posizione per Francesca Marsaglia che ottiene il 12° crono a 2″56 dalla vetta. Una buona prestazione, tenendo conto del pettorale n.27.

10.47: L’austriaca Brem ottiene il 13° posto in questa prima manche: 2″78 il ritardo da Shiffrin. Gara dai distacchi abissali.

10.45: 16esima posizione per la britannica Tilley che fa fatica soprattutto nella parte alta, giungendo al traguardo con 3″34 di ritardo da Shiffrin in sedicesima posizione.

10.44: Errore della norvegese Holtmann che perde l’assetto sullo sci esterno e scivola via. Peccato perchè la scandinava stava disputando una bella gara.

10.42: Si riprende dopo una breve pausa con l’austriaca Truppe che rimedia un grave ritardo da Shiffrin: 3″41 il ritardo dell’atleta dall’americana.

10.40: Dopo le prime 22 sciatrici, comanda nettamente Shiffrin con 1″39 su Worley: l’americana ha ipotecato la vittoria, può perderla solo lei. Dal secondo al settimo posto troviamo sei atlete in lizza per il podio e racchiuse in soli 31 centesimi: dopo Worley troviamo nell’ordine Vlhova, Bassino, Mowinckel, Brignone e Rebensburg.

10.38: 15esima piazza per la canadese Grenier con 3″24 di ritardo dal vertice occupato stabilmente da Shiffrin.

10.37: Non cambia la storia in queste discese, visto che le atlete sono sempre in grave ritardo. La norvegese Haugen in grave ritardo con 3″69 (18esima)

10.36: In grave ritardo anche l’elvetica Wild dalla vetta che ormai sembra inattaccabile: 3’55” il distacco da Shiffrin e sedicesima piazza.

10.34: La canadese Gagnos si ferma a 3″18 (14° posto) dall’inarrivabile americana che sta dominando questa prima manche. Forse anche la pista incide negativamente.

10.33: La norvegese Stjernesund decisamente distanziata da Shiffrin: 4″30 il ritardo della sciatrice scandinava.

10.32: L’austriaca Liensberger sbaglia molto nella parte ripida del tracciato, non avendo una linea diretta: +5″26 e 17esima piazza per lei.

10.31: Decisamente Gisin che giunge al traguardo in 16esima posizione a 4″33 da un’inarrivabile Shiffrin.

10.29: Riparte la gara con la svizzera Michelle Gisin.

10.28 Dopo le prime 15 atlete, comanda nettamente Shiffrin con 1″39 su Worley: l’americana ha ipotecato la vittoria, può perderla solo lei. Dal secondo al settimo posto troviamo sei atlete in lizza per il podio e racchiuse in soli 31 centesimi: dopo Worley troviamo nell’ordine Vlhova, Bassino, Mowinckel, Brignone e Rebensburg.

10.27 Altissimo il tempo dell’austriaca Schild, ultima a 3″60.

10.25 La slovena Hrovat si difende sul tracciato disegnato dal suo allenatore. E’ nona a 2″11. Nella parte finale è impossibile incassare meno di un secondo da Shiffrin…

10.23 Buona manche per l’austriaca Haaser, ottava a 2 secondi.

10.21 La svedese Hector “limita i danni” ed è ottava a 2″33.

10.19 Distacchi enormi ora. La norvegese Lysdahl è 11ma a 3″48.

10.17 Non fa meglio la svizzera Lara Gut, decima ed ultima per ora a 2″92.

10.16 Brignone al momento è sesta, ma il secondo posto di Tessa Worley è lontano solo 22 centesimi. L’azzurra dovrà cercare di cambiare marcia nella seconda manche.

10.15 La svedese Hansdotter è ultima a 2″67. Distacchi abissali oggi da un’aliena Mikaela Shiffrin.

10.14 Bassino è quarta a 1″47, il podio virtuale è lontano appena 5 centesimi. Può giocarsela.

10.13 Già 21 centesimi di ritardo per Bassino, azzurre ferme sul piano. 0.47 al secondo intermedio.

10.12 Worley è seconda a 1″39. Tocca a Marta Bassino.

10.11 La francese Worley è davanti di 0.12 al primo intermedio e di 0.04 al secondo.

10.10 Vlhova è seconda a 1″42 da Shiffrin. Brignone è quarta a 1″61, l’azzurra si conferma in netto calo rispetto all’avvio di stagione. Non ha sciato bene, troppo in attesa e senza attaccare come ci ha abituato.

10.09 La slovacca Vlhova è avanti di 9 centesimi al primo intermedio e dietro di 7 al secondo.

10.08 C’è poco da fare, Shiffrin superiore a tutte. E’ prima CON UN SECONDO E MEZZO DI VANTAGGIO! Ha ucciso la gara. Ha sciato in maniera diversa rispetto alle avversarie, proprio un altro mondo.

10.07 2 centesimi di ritardo per Shiffrin al primo rilevamento, ben 28 di vantaggio al secondo. Ha cambiato marcia.

10.06 La tedesca è terza a 2 decimi, sul muro ha faticato. Vediamo la regina Mikaela Shiffrin se ammazzerà la gara.

10.05 Rebensburg ha 6 centesimi di vantaggio al primo intermedio e 18 al secondo.

10.04 Terza a 89 centesimi Holdener. Ora il primo momento della verità. In pista la tedesca Rebensburg.

10.03 Mowinckel conferma la nostra sensazione e si porta davanti a Brignone di 11 centesimi. L’azzurra non ha effettuato una manche superlativa ed ora potrebbe pagare molto dalle vere big della specialità (Worley, Shiffrin e Rebensburg). Tocca alla svizzera Holdener.

10.02 1’03″56 il crono dell’azzurra. Ora la norvegese Mowinckel, che ha già 25 centesimi di vantaggio in alto.

10.02 Brignone è finita lunga di linea all’imbocco del piano iniziale e potrebbe aver perso diversi decimi. Sul muro un’azione fluida: avrà attaccato o tenuto troppo?

10.00 Partita Federica Brignone!

9.55 I pettorali di partenza delle azzurre: 1 Brignone, 8 Bassino, 27 Marsaglia, 41 Pirovano, 42 Pichler, 48 Bertani, 51 Platino, 53 Melesi, 60 Della Mea.

9.50 La prima manche è stata tracciata dallo sloveno Denis Steharnik.

9.47 Si tratta di una gara molto importante per la classifica di specialità. Federica Brignone è prima con soli 5 punti di vantaggio sulla francese Worley e 15 sull’americana Shiffrin. Non è così distante neppure la tedesca Rebensburg, lontana 60 lunghezze.

9.45 Buongiorno e benvenuti alla Diretta Live del gigante femminile di Kronplatz.

Lascia un commento

scroll to top