Ciclismo su pista, Coppa del Mondo Cambridge 2019: Martina Fidanza vince lo Scratch! Paternoster-Confalonieri seconde nella Madison, Bertazzo terzo nell’Omnium


L’Italia chiude in grande stile la terza e ultima giornata della quinta tappa della Coppa del Mondo 2018-2019 di ciclismo su pista in scena a Cambridge (Nuova Zelanda). Una vittoria, un secondo ed un terzo posto per la Nazionale guidata da Dino Salvoldi e Marco Villa, che termina l’appuntamento con quattro podi complessivi ed eguaglia il bottino raccolto a San Quentin en Yvelines, nella prima tappa della stagione.

Il risultato più importante è stato senza dubbio la vittoria della giovanissima Martina Fidanza nello Scratch. In una gara piuttosto tattica, dove nessuna atleta è riuscita a guadagnare il giro sulle avversarie, la 19enne bergamasca si è aggiudicata la volata davanti alla polacca Daria Pikulik e alla neozelandese Jessie Hodges, conquistando un prestigiosissimo successo e dimostrando tutto il proprio talento. Sempre in campo femminile è arrivato anche l’eccellente secondo posto di Maria Giulia Confalonieri e di Letizia Paternoster nella Madison. Le azzurre sono state in lotta per la vittoria per tutta la durata della prova, aggiudicandosi il primo e il quarto sprint intermedio e mettendo in scena uno spettacolare duello con il Belgio. Decisiva la volata finale, dove la coppia italiana ha chiuso alle spalle delle avversarie. Terzo gradino del podio per le padrone di casa della Nuova Zelanda. Sempre in campo femminile, non è riuscita a superare il primo turno Miriam Vece nel Keirin. Il successo è andato alla rappresentate di Hong Kong Wai Sze Lee, davanti alla britannica Katy Marchant e all’ucraina Liubov Basova.

Ottime notizie anche tra gli uomini, dove Liam Bertazzo ha chiuso sul terzo gradino del podio nell’Omnium. L’azzurro è partito in sordina con l’ottavo posto nello Scratch, ma ha risalito posizioni con la vittoria nella Tempo Race e con il quarto posto nella Elimination Race, iniziando l’ultima prova in terza posizione, con un distacco di sei punti dallo svizzero Claudio Imhof e di quattro dal bielorusso Raman Tsishkou. Nella Corsa a punti il 27enne padovano ha dato battaglia nella prima parte, sognando anche la vittoria, ma ha pagato lo sforzo nel finale di gara chiudendo al terzo posto con un totale di 108 punti, dietro a Imhof (113) e Tsishkou (112). Nessun italiano in gara invece nella Sprint maschile: successo per l’australiano Nathan Hart, che ha sconfitto in finale il polacco Mateusz Rudyk, e terzo posto per il francese Sebastien Vigier.

roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter UCI

Lascia un commento

scroll to top