Biathlon, Lisa Vittozzi dà spettacolo: è seconda dietro Kuzmina nella sprint di Ruhpolding. Sesta Dorothea Wierer

Lisa Vittozzi of Italy competes to win the women's 10km pursuit event at the IBU Biathlon World Cup on January 12, 2019 in Oberhof, eastern Germany. (Photo by ROBERT MICHAEL / AFP)


Prosegue incessante il momento magico del biathlon femminile italiano. Nella sprint 7,5 km di Ruhpolding (Germania), Lisa Vittozzi colleziona il terzo podio consecutivo in Coppa del Mondo, battuta soltanto (e non di molto) dalla veterana slovacca Anastasija Kuzmina. Nuovamente perfetta al poligono come nella sprint vinta ad Oberhof, la sappadina ha pagato 11,5″ di distacco all’arrivo. Nuovo podio per l’infallibile svedese Hanna Oeberg: per lei un 10/10 che vale la terza piazza a ben 29,1″ dalla vetta. La sprint odierna, contrariamente al solito, possiede un’importanza minore, perché nella località tedesca non si svolgerà il consueto inseguimento, bensì una mass start dove non verranno presi in considerazione i distacchi odierni.

Pur con un errore commesso al poligono, Dorothea Wierer ha limitato i danni con una sesta posizione importante in ottica classifica generale: l’altoatesina resta al comando, vedendo però avvicinarsi sempre più minacciosa l’ombra della connazionale Vittozzi.

Quando Kuzmina non sbaglia, è difficilissimo che possa perdere una sprint. Oggi la slovacca, peraltro anche molto rapida nel rilasciare i colpi, ha costruito il successo grazie al miglior tempo sugli sci. In questa speciale classifica spicca però il secondo posto di Lisa Vittozzi a soli 8″3: un dato che testimonia come l’azzurra stia ormai diventando una delle migliori fondiste del circuito. Una pessima notizia per le avversarie, considerando la sicurezza con cui la portacolori del Bel Paese sa gestirsi al poligono. La classe 1995 ha rifilato 2″3 alla tedesca Denise Herrmann, 3″1 alla norvegese Marte Olsbu Roeiseland, e 3″6 alla finlandese Kaisa Makarainen, due mostri sacri che fanno la differenza con gli sci stretti.

Olsbu è risultata la migliore delle atlete con il 90% al poligono, concludendo quarta a 30,6″ da Kuzmina e mancando il podio per appena un secondo e mezzo. La top5 è stata completata dalla francese Anais Bescond, quinta a 32,5″ con 10/10.

Giornata nel complesso positiva per Dorothea Wierer. In una gara dove la precisione al tiro ha rappresentato la condicio sine qua non per salire sul podio, l’italiana ha pagato a caro prezzo un bersaglio mancato nella prima serie a terra. Grazie ad una seconda sessione in piedi mostruosa per velocità e precisione (neanche a dirlo, Dorothea ha firmato il miglior range time), la 28enne ha limitato i danni agguantando una preziosa sesta piazza a 40″2, peraltro appena davanti alla francese Anais Chevalier (settima a 46,1″ col 100%, pari merito con la connazionale Justine Braisaz), una delle principali insidie in chiave sfera di cristallo. L’altoatesina è apparsa inoltre in crescita di condizione rispetto al lieve appannamento mostrato ad Oberhof e potrà migliorare ulteriormente in vista della tappa casalinga di Anterselva.

La top10 è stata completata dalle tedesche Laura Dahlmeier (100%, +47″7) e Franziska Preuss (90%, +50″8), rispettivamente nona e decima.

Si conferma in calo di forma Paulina Fialkova dopo un avvio di stagione arrembante: il 14° posto a 1’03”, con un errore, fa perdere tanti punti alla slovacca in classifica. Altra biathleta in grande difficoltà è la finlandese Kaisa Makarainen, 21ma a 1″14 con l’80%.

Prestazione non memorabile per le altre azzurre in gara: 41ma Nicole Gontier (8/10), 57ma Sanfilippo (7/10), 66ma Alexia Runggaldier (9/10), 83ma la debuttante Irene Lardschneider (10/10 al poligono, ma ancora non competitiva come passo sugli sci in Coppa del Mondo con un gap di ben 2’52”).

In classifica generale Dorothea Wierer resta prima con 476 punti, appena 26 lunghezze di vantaggio su Lisa Vittozzi. Terza e quarta piazza per le slovacche Fialkova e Kuzmina, rispettivamente con 401 e 387. Chevalier è quinta a 365.

Per quanto riguarda invece la graduatoria delle sprint, Lisa Vittozzi consolida la leadership con 220 punti, seguita da Wierer (201) e Kuzmina (180).

federico.militello@oasport.it

CLICCA QUI PER IL VIDEO DEL SECONDO POSTO DI LISA VITTOZZI

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICHE DI COPPA DEL MONDO DI BIATHLON AGGIORNATE

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

 

Lascia un commento

scroll to top