Volley, SuperLega: i migliori italiani dell’undicesima giornata. Zaytsev spacca, Sbertoli-Piano per l’impresa, Giannelli granitico


Nel weekend si è disputata l’undicesima giornata della SuperLega 2018-2019, il massimo campionato italiano di volley maschile. Di seguito gli italiani che si sono messi maggiormente in vista in questo turno.

 

RICCARDO SBERTOLI e MATTEO PIANO. Le anime italiane di Milano che confeziona un’impresa da urlo sconfiggendo Civitanova con un roboante 3-0 al PalaYamamay. Il palleggiatore smista gioco a meraviglia, scalda gli attaccanti di palla alta (Abdel-Aziz su tutti) e vince lo scontro diretto con Bruninho mentre il centrale non sbaglia un colpo e mette a terra 9 punti (3 muri). I ragazzi di Andrea Giani sognano in grande.

IVAN ZAYTSEV. L’uomo in più di Modena che deve sudare più del previsto per sconfiggere Siena, i Canarini vanno addirittura sotto 1-2 e poi si rialzano imponendosi al tie-break anche grazie ai 20 punti dello Zar (45% in attacco, 2 aces) ben spalleggiato da Tine Urnaut. L’opposto ruggisce alla sua maniera (spettacolare l’ace che chiude la contesa) e gli emiliani ora sono a soli due punti dalla capolista Perugia.


SIMONE GIANNELLI. Strepitoso sottorete perché stampa ben 5 muri ma è tutta la sua regia a muovere Trento nel miglior modo possibile, il palleggiatore insiste con profitto sugli schiacciatori Russell e Kovacevic mentre gestisce col contagocce gli opposti Vettori e Nelli che si sono alternati. I Campioni del Mondo espugnano Ravenna con grande disinvoltura e sognano in grande.

LUIGI RANDAZZO. L’uomo dell’impresa, il faro di Padova che si regala un pomeriggio da sogno sconfiggendo la corazzata Perugia per 3-1 di fronte ai 3200 spettatori della Kione Arena. I ragazzi di Baldovin non dimenticheranno mai questa giornata e la prova d’autore dello schiacciatore che giganteggia con 16 punti (59% in attacco, 56% in ricezione), surclassando i fenomeni dall’altra parte della rete. Un plauso anche al centrale Alberto Polo (11 punti, 91% in attacco).

SIMONE PARODI. Gioca nel ruolo di libero, non sfigura (25 ricezioni, 68% positive) ed è una pedina importante per il successo di Latina nel derby contro Sora: inizia una nuova carriera con la “maglia diversa”?

SIMONE BUTI e STEFANO GIANNOTTI. Il veterano si dimostra in gran forma (13 punti, 4 muri, 75%), il martello subentra nel quarto set e mette giù 9 punti cruciali (46%). Monza sconfigge Castellana Grotte al tie-break e si conferma in piena zona playoff.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top