Volley, SuperLega 2018-2019: 11^ giornata, Perugia e Civitanova crollano in trasferta! Trento vince e sogna, classifica accorciata


Succede l’incredibile nell’undicesima giornata della SuperLega 2018-2019, il massimo campionato italiano di volley maschile: Perugia e Civitanova crollano infatti in trasferta in maniera inattesa e incappano in due stop pesantissimi. La capolista scivola a Padova, la Lube non riesce a giocare contro Milano e così sorridono Modena che ieri si è imposta al tie-break contro Siena e Trento che ha invece espugnato Ravenna.

I Block Devils stanno faticando in questo periodo, secondo stop nel giro di due settimane dopo quello di Monza: la capolista ora ha solo due punti di vantaggio su Modena, lo scivolone della Kione Arena potrebbe lasciare delle scorie importanti all’interno dello spogliatoio. Luigi Randazzo (16 punti) e Maurice Torres (14, 3 muri) sono riusciti ad annichilire gli umbri dei soliti Wilfredo Leon (18) e Aleksandar Atanasijevic (19).


Civitanova è invece entrata in un tunnel dopo aver perso la Finale del Mondiale per Club contro Trento. I cucinieri sono letteralmente crollati contro la Revivre che in casa ha stampato un sonoro 3-0 contro una big, i ragazzi di Andrea Giani ottengono un successo di lusso e si rilanciano in classifica mentre i marchigiani scivolano al quarto posto. A fare la differenza 9 muri e 6 aces di squadra, doppia cifra per tutti gli attaccanti di palla alta: 14 punti dell’opposto Nimir Abdel-Aziz, 13 per Stephen Maar, 11 per Trevor Clevenot, spiccano i 3 muri di Matteo Piano. Gli uomini di Medei sono risultati troppo bloccati e contratti, i soliti Tsvetan Sokolov (12 punti) e Osmany Juantorena (10, 4 aces) non sono bastati per evitare una sonora sconfitta.

Trento non si ferma più dopo essersi laureato Campione del Mondo e si impone con autorevolezza al Pala De Andrè: staffetta tra gli opposti Luca Vettori (7 punti) e Gabriele Nelli (6), si fanno sentire Uros Kovacevic e Aaron Russell (15 marcature a testa), doppia cifra per il martello Uros Kovacevic (13), gli 11 muri (5 di Simone Giannelli) e i 10 aces hanno schiacciato i romagnoli del solito Kamil Rychlicki (20). I dolomitici ora si trovano al terzo posto, a quattro punti da Perugia e con una partita ancora da recuperare.

Latina ha sconfitto Sora per 3-1 nel derby laziale fondamentale per la salvezza, spiccano i 19 punti di Toncek Stern e i 16 di Swan Ngapeth, inutili i 29 centri del solito indemoniato Dusan Petkovic. Verona ha sconfitto Vibo Valentia al tie-break rimontando da 1-2, i 27 punti di Stephen Boyer e i 22 di Sebastian Solé (6 muri) hanno fatto la differenza contro i calabresi a cui non è bastato un maestoso Mohamed Al Hachdadi da 37 punti.

 

Di seguito i risultati dettagliati dell’undicesima giornata della SuperLega 2018-2019 e la classifica generale del massimo campionato italiano di volley maschile:

Azimut Leo Shoes vs Emma Villas Siena 3-2 (23-25; 25-22; 29-31; 25-22; 15-8), giocata ieri

Revivre Axopower Milano vs Cucine Lube Civitanova 3-0 (25-17; 25-22; 25-21)

Consar Ravenna vs Itas Trentino 1-3 (21-25; 25-23; 13-25; 21-25)

Kione Padova vs Sir Safety Conad Perugia 3-1 (25-19; 25-18; 17-25; 29-27)

Top Volley Latina vs Globo Banca Popolare Sora 3-1 (25-19; 19-25; 25-21; 28-26)

Tonno Callipo Vibo Valentia vs Calzedonia Verona 2-3 (27-25; 23-25; 31-29; 16-25; 10-15)

BCC Castellana Grotte vs Vero Volley Monza 2-3 (25-23; 25-20; 21-25; 20-25; 9-15), giocata ieri

 

SQUADRA PUNTI PARTITE GIOCATE PARTITE VINTE
Perugia 28 11 9
Modena 26 11 9
Trento 24 10 8
Civitanova 21 10 8
Milano 18 10 5
Monza 16 11 6
Verona 15 11 6
Ravenna 15 11 5
Padova 15 11 5
Latina 13 10 5
Sora 10 11 4
Vibo Valentia 11 11 3
Siena 9 11 2
Castellana Grotte 4 11 0

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Giancarlo Dalla Riva Live Photo Sport

One Reply to “Volley, SuperLega 2018-2019: 11^ giornata, Perugia e Civitanova crollano in trasferta! Trento vince e sogna, classifica accorciata”

  1. Nany74 ha detto:

    …che strano, non avrei mai detto che la Lube, dopo le dolci parole di Giulianelli, sarebbe crollata in questo modo. Ho letto che lo stesso presidente ha annunciato un confronto tra la “proprietà” (questa entità astratta, ma dalla lingua particolarmente lunga…) ed i dirigenti della squadra. Cosa ti aspettavi Giulianelli? Hai appena finito di dargli dei deficienti, speravi che dimostrassero attaccamento alla maglia???? E’ proprio vero che in Italia, anche il più mediocre, riesce ad avere successo…pensate come deve essere sul lavoro questo personaggio……mamma mia!!! Scommetto che cadrà la testa di Medei, ma rimarrà il fatto che la Lube ha un patron peggio di Sirci…potrebbero trovarsi a fine anno per il torneo di “Madrasso” a squadre….. (il Madrasso è un gioco di carte inventato da 4 muti nda)!!

Lascia un commento

scroll to top