Slittino, Coppa del Mondo 2018-2019: soliti alti e bassi per Dominik Fischnaller. Che crescita per Andrea Voetter


Quattro tappe, una in Austria e tre in Nordamerica, e sei gare (si sono disputate due volte le sprint). Si è conclusa la prima parte di stagione per quanto riguarda la Coppa del Mondo di slittino su pista artificiale 2018-2019: in casa Italia si sono alternate prestazioni eccezionali a performance deludenti. Da sottolineare però che tradizionalmente la Nazionale guidata da Armin Zoeggeler (anche quando in pista c’era proprio il Cannibale) non si è mai espressa al meglio sui budelli d’oltreoceano.

Ci si aspettava tanto, in chiave classifica generale, nel singolo maschile da Dominik Fischnaller. L’altoatesino è partito fortissimo conquistando il podio subito, sull’amato catino di Igls. L’azzurro però poi ha alternato, come di consueto, tantissimi alti e bassi, dando praticamente già addio alle possibilità di giocarsi la Sfera di Cristallo. L’obiettivo nel 2019 sarà quello di portare a casa una vittoria e più podi possibili. Kevin Fischnaller si è ben disimpegnato con costanza: il picco è arrivato in quel di Calgary con la quinta piazza.

Le migliori notizie in casa Italia sono arrivate però dal singolo femminile: per una squadra azzurra che non era mai riuscita a far bene tra le donne c’è davvero tanta gioia nel vedere le prestazioni strepitose di Andrea Voetter. Dopo la quinta piazza di Igls, miglior risultato in carriera, l’altoatesina è andata addirittura a sfiorare il podio in quel di Calgary (quarta). Fondamentale il suo apporto anche in chiave team relay. Non un inizio da sogno invece per Sandra Robatscher, spesso e volentieri autrice di gravi errori. Nel doppio è mancato in Nordamerica l’apporto della coppia Malleier/Nagler, l’unica coppia iscritta è stata Rieder/Rastner, tutt’altro che al top in queste prime uscite.

 

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Paola Castaldi

2 Replies to “Slittino, Coppa del Mondo 2018-2019: soliti alti e bassi per Dominik Fischnaller. Che crescita per Andrea Voetter”

  1. ste86 ha detto:

    Abbastanza inspiegabile la crisi di Rieder- Rastner che, dopo il secondo posto nella gara di esordio della passata CdM, hanno inanellato una serie di risultati negativi a cui pare complicato trovare una soluzione, anzi quest’anno hanno iniziato anche peggio…prima per lo meno erano il doppio migliore in fase di spinta, ora sono regrediti anche sotto questo aspetto.
    In quest’ottica, da capire il motivo per cui Nagler/Malleier, così positivi lo scorso anno, non abbiano gareggiato se non nella gara inaugurale…qualcuno sa qualcosa?

    1. ale sandro ha detto:

      Malleier schierato solo in gara individuale, mi è sfuggito se ci sia stato o meno qualche infortunio di Nagler. Le informazioni delle federazioni sono sempre molto rare.
      Non vorrei davvero che si sia voluto andare al risparmio non portando il doppio vista la lunga trasferta nordamericana, perchè non avrebbe comunque senso una decisione del genere.
      Spero di rivederli in Europa nel 2019,è un doppio fondamentale anche in ottica prova a squadre.

Lascia un commento

scroll to top