Basket, Serie A 2018-2019: Pesaro batte Trieste e torna al successo nel posticipo della 6a giornata

McCree Erik Victoria Libertas Pesaro - Alma Trieste Legabasket Serie A 2018-2019 Pesaro, 12/11/2018 Foto M. Ciaramicoli/Ciamillo-Castoria


Nel posticipo della 6a giornata della Serie A di basket la VL Pesaro trova la seconda vittoria stagionale dopo quattro sconfitte consecutive superando Trieste con il punteggio di 103-77. Una partita decisa nel terzo quarto, quando la formazione di Massimo Galli riesce a trovare l’allungo decisivo. La differenza tra le due squadre è evidente dal raffronto delle percentuali al tiro da tre: Pesaro chiude con il 50%, mentre gli ospiti si fermano al 27% con 8/30.

Partita da incorniciare per i tre statunitensi di Pesaro: Erik McCree, MVP della serata, chiude con 30 punti, mentre Dominic Artis e James Blackmon ne mettono a referto rispettivamente 19 e 21. Da segnalare anche la terza doppia doppia consecutiva per Egidijus Mockevicius (12 punti e 10 rimbalzi). A Trieste, che paga anche le tante assenze (out per infortunio Giga Janelidze, Devondrick Walker e Jamarr Sanders), non bastano i 17 punti di Juan Fernandez.

Parte meglio la squadra ospite che sfrutta l’ottimo inizio del croato Hrvoje Peric e raggiunge il massimo vantaggio sul 12-19. Pesaro non ci sta e rientra subito in partita grazie ad un primo parziale da 13 punti di McCree. Un canestro dalla media distanza dell’americano vale il pareggio e l’1/2 dalla lunetta di Diego Monaldi fissa il punteggio sul 22-21 per la formazione di casa al termine del primo quarto.

In avvio di secondo parziale Pesaro prova a sfruttare il momento positivo e si porta sul 31-26 con un comodo appoggio di Mockevicius. Trieste si affida a Fernandez e a Daniele Cavaliero, che con tredici punti in due riportano sotto gli ospiti (36-35). La squadra guidata da Massimo Galli continua però a premere sull’acceleratore e allunga con decisione, complici le basse percentuali in attacco degli ospiti. Due liberi di Alexander Shashkov valgono il massimo vantaggio per Pesaro (46-35). Un appoggio di Justin Knox rompe il digiuno offensivo di Trieste e fissa il punteggio sul 46-37 all’intervallo lungo.

Nel terzo quarto Trieste sembra cominciare meglio. Una tripla di Fernandez accorcia le distanze, ma è solo un’illusione: salgono in cattedra Artis e Blackmon, che si aggiungono al solito McCree e portano la formazione di casa sul 67-49. È lo strappo decisivo: Pesaro chiude 71-53 un terzo quarto da 25-16 di parziale che indirizza l’esito della partita. In avvio di ultimo periodo Trieste prova a rientrare con un parziale di 8-0, ma Mockevius e McCree spengono le ultime speranze degli ospiti ripristinando un vantaggio rassicurante (83-64). Trieste accusa il colpo e abbandona la partita. Nel finale Pesaro sfonda quota cento per il definitivo 103-77.

VL PESARO – ALMA TRIESTE 103-77 (22-21; 24-16; 25-16; 32-24)

VL Pesaro: Blackmon 21, McCree 30, Artis 19, Murray 5, Conti 2, Giunta 1, Ancellotti 4, Morgillo, Monaldi 1, Shashkov 8, Zanotti, Mockevicius 12.

Alma Trieste: Coronica, Peric 9, Fernandez 17, Schina, Wright 15, Strautins 10, Silins, Cavaliero 5, Knox 12, Mosley 9.





roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Lascia un commento

scroll to top