Golf, European Tour 2018: Ashun Wu vince in rimonta il KLM Open, beffato Chris Wood. Ventesimo posto per Andrea Pavan

Andrea-Pavan-Golf-Mai-Groves-Shutterstock.com_-e1528388386758.jpg

Ashun Wu si aggiudica il KLM Open, torneo incluso nel circuito dell’European Tour 2018, che ha avuto luogo sul percorso par 71 del The Dutch, in Olanda. Il cinese ha prevalso con un rush finale impressionante, nel corso del quale è riuscito a scavalcare l’esperto inglese Chris Wood, che a 5 buche dal termine disponeva di ben due colpi di vantaggio sull’asiatico.

Wu, in particolare, ha effettuato il ribaltone con uno straordinario birdie all’ultima buca, che gli ha consentito di piazzare il sorpasso decisivo ai danni di Wood, agganciato in precedenza con due birdie alle buche 14 e 15. Il cinese ha concluso il round in 67 colpi, completando il torneo a quota -16 e staccando di una lunghezze l’inglese Wood, che paga a caro prezzo anche un sanguinoso double bogey alla buca 12.

Sul terzo gradino del podio sono saliti il belga Thomas Detry e il giapponese Hideto Tanihara, che hanno concluso la loro prova a quota -14, staccando l’irlandese Padraig Harrington, a cui non è bastato un giro in 68 colpi per chiudere tra i primi tre della classifica. Spettacolare anche la prestazione dell’inglese Eddie Pepperell e del danese Soren Kjeldsen, che hanno realizzato il miglior giro di giornata in 65 colpi (-6), issandosi fino al sesto posto a quota -12 in compagnia del gallese Bradley Dredge e dello scozzese David Drysdale, mentre l’inglese Jordan Smith ha chiuso la top ten con 11 colpi totali sotto il par.

Il migliore tra gli italiani è stato Andrea Pavan, che ha perso 8 posizioni, chiudendo al 20° posto con un giro in 70 colpi, frutto di due bogey e tre birdie, e ha concluso la sua prova con 8 colpi sotto il par. Discreta la prestazione di Renato Paratore, che ha guadagnato 7 posizioni con una tornata in 68 colpi ed è salito fino al 36° posto a quota -5, seppur molto distante dalla zona alta della classifica. Al 46° posto, invece, si è piazzato Nino Bertasio, che ha concluso l’ultima tornata in 70 colpi, mentre Matteo Manassero non è riuscito a scendere sotto il par nell’ultimo giro (+2), scivolando al 57° posto a quota -1.





mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Mai Groves / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top