Softball, Mondiali 2018: Italia eliminata dal Messico nei playoff dopo una battaglia finita al secondo extra inning

Ilaria-Cacciamani-Italia-Softball-MG-Oldmanagency-e1533359831675.jpg

Termina in modo amarissimo l’avventura dell’Italia ai Mondiali di softball 2018. Le azzurre sono state eliminate nel primo turno dei playoff per le medaglie dal Messico per 0-1. La beffa è ancor più grande se si pensa che la sconfitta è maturata al termine di due extra inning, dopo che, sulla pedana di lancio, Cacciamani e Greta Cecchetti avevano giocato una partita su livelli davvero vicini a quelli di Dallas Escobedo (16 eliminazioni al piatto per lei in questa partita). Va segnalata, per le azzurre, anche una gran prestazione in fase difensiva di Amanda Fama, che ne ha eliminate non meno di dieci.

Il Messico va molto vicino a segnare già nel primo inning, con Delponte Gordoa arrivata fino in terza base. Per diversi inning, complice la bravura delle lanciatrici, non succede praticamente nulla di significativo finché Comar e Piancastelli non si trovano in seconda e prima base nel sesto; le eliminate sono però già due, e la terza, Marta Gasparotto, segue lo stesso destino poco dopo. Una cosa simile succede nel settimo inning, con Fabrizia Marrone a rubare la seconda base prima dello strike-out su Elisa Cecchetti. Si arriva così agli extra inning, con la possibilità per i team di piazzare una giocatrice in seconda base fin da subito secondo le regole del WBSC Tie-break. L’Italia se ne avvale inserendovi Lara Cecchetti nell’ottavo, ma non succede nulla di significativo. Il Messico porta invece Costa Heckart in terza base, ma Greta Cecchetti impedisce ulteriori sviluppi con l’aiuto di Piancastelli. Nel nono inning, ad andare in seconda per l’Italia è Laura Vigna, ma arrivano tre strike-out piuttosto rapidi; poco dopo è Forbes Fojo, grazie a un singolo a destra di Suzy Gonzalez a basi piene, a realizzare il punto della vittoria per le messicane.

Per l’Italia finisce così un’avventura iniziata con tre sconfitte contro avversari quotati (due delle quali, però, di strettissima misura) e continuata con le quattro vittorie che son valse i playoff. Al di là dell’esito amaro odierno, le azzurre possono andar fiere del lavoro fatto in quest’annata, che le ha portate fino al settimo posto mondiale. Meglio avevamo fatto soltanto nel 1990 e nel 2006, col sesto posto.





CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL SOFTBALL

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIBS / MG Oldmanagency

Lascia un commento

scroll to top