Golf, PGA Championship 2018. Woodland: “Bello vedere i frutti del proprio lavoro”. Woods: “Non tutto ha girato nel verso giusto”


Quando i putt vanno in buca, mi accadono sempre cose belle”. Non nasconde la sua gioia Gary Woodland, al comando del PGA Championship 2018 al termine del primo giro. Sul percorso par 70 del Bellerive Country Club di Town and Country, nel Missouri, lo statunitense è riuscito a conquistare un esiguo vantaggio sul suo più diretto rivale, Rickie Fowler, con una tornata in 64 colpi che lo pone a quota -6.

Ho lavorato molto duramente – ammette Woodland, che in questa stagione ha già trionfato nel Waste Management Phoenix Open – ed è piacevole vedere i risultati del proprio impegno. Oggi è stato comunque soltanto un passo nella direzione giusta, che intendo seguire ancora fino alla fine. Questo luogo è molto caldo in estate e l’erba è soffice e veloce. Bisogna essere molto aggressivi per vincere”.

Rickie Fowler, intanto, va a caccia del primo Major della sua carriera, un’ossessione per molti ma non per lui, più volte sul podio nei tornei dello Slam. “Non è una cosa che mi preoccupa granché. – ammette Fowler – Anche Jack Nicklaus è arrivato spesso secondo. Prima o poi sfonderò quella porta”.

E intanto anche Tiger Woods confida di migliorare il proprio rendimento, dopo aver concluso il primo round in linea col par. “Tante cose potevano succedere in questa giornata e non tutte hanno girato nel verso giusto. – spiega Woods – Ma io sono rimasto a contatto con i migliori e proverò a cambiare le sorti del torneo nelle prossime tornate”.





mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter PGA Tour

Lascia un commento

scroll to top