Golf, European Tour 2018: Paul Waring si impone al playoff nel Nordea Masters! Battuto Thomas Aiken, ottimo sesto Andrea Pavan


Paul Waring si impone al termine di un entusiasmante playoff nel Nordea Masters, torneo incluso nel circuito dell’European Tour 2018, in corso di svolgimento sul par 70 dell’Hills Golf Club di Goteborg, in Svezia. L’inglese ha battuto allo spareggio il sudafricano Thomas Aiken, che ha affiancato Waring sin dal termine del terzo round, conducendo la leaderboard in coppia col suo avversario fino alla conclusione thrilling, che ha visto prevalere l’atleta britannico.

Aiken e Waring sono riusciti entrambi a chiudere l’ultimo giro in 68 colpi (-2), arrivando appaiati a quota -14. A fare la differenza, in particolare, è stato uno strabiliante birdie di Aiken alla 18, che ha consentito al sudafricano di agganciare Waring e proiettarsi verso lo spareggio. Il sudafricano, tuttavia, non è stato altrettanto incisivo nel playoff, completando la buca 18 in 6 colpi contro i 5 di Waring e consegnando in tal modo la vittoria al suo avversario, al suo primo trionfo nel circuito dell’European Tour.

Alle spalle della coppia di testa si è piazzato il tedesco Maximilian Kiefer, autore di una clamorosa rimonta che lo ha portato a tallonare i primi due con un giro in 65 colpi, frutto di tre birdie nelle ultime tre buche. Kiefer ha concluso con 13 colpi sotto il par, lasciandosi dietro il danese Thorbjorn Olesen, distante una lunghezza, e l’australiano Lucas Herbert, che ha concluso con 11 colpi sotto il par in quinta posizione.

Splendida, inoltre, la prova dell’italiano Andrea Pavan, che ha riscattato un terzo giro non esaltante con un ultimo round strepitoso, concluso col miglior giro di giornata in 64 colpi (-6). Pavan si è piazzato al sesto posto insieme al thailandese Jazz Janewattananond, al sudafricano Haydn Porteous e all’inglese Robert Rock, tutti a pari merito con 9 colpi sotto il par, mentre a chiudere la top ten ci sono gli inglesi Andrew Johnston, Matthew Southgate e Lee Slattery a quota -8.

Nino Bertasio, invece, ha perso 8 posizioni, scivolando al 17° posto a quota -6 con un giro in linea col par, mentre Edoardo Molinari ha realizzato una tornata non irreprensibile in 75 colpi ed è piombato fino al 68° posto con 3 colpi sopra il par.





mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Federgolf

Lascia un commento

scroll to top