Judo, ranking mondiale dolce-amaro: team già qualificato per Tokyo, ma nessun azzurro nelle top ten di categoria

oa-logo-correlati.png

Le qualificazioni olimpiche si chiuderanno ufficialmente il 25 maggio 2020, ma già oggi, con quasi due anni di anticipo, dando uno sguardo al ranking mondiale della International Judo Federation possiamo azzardare un’anticipazione dell’Italia del judo che scenderà sul tatami di Tokyo.

Chi ci rappresenterebbe se le Olimpiadi iniziassero domani?

Il team azzurro sarebbe già qualificato insieme al Giappone padrone di casa e qualificato di diritto, all’Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Taipei, Francia, Germania, Mongolia, Paesi Bassi, Russia, Corea del Sud e Spagna, portando almeno un judoka per ogni categoria di peso, sia per il maschile che per il femminile.

Andrea Carlino (-60 kg) otterrebbe la qualificazione diretta nella categoria -73 kg in virtù della sua undicesima piazza nel ranking Olympic Games Qualifiers (Ogq), destino simile per Matteo Piras (-66 kg) che staccherebbe il pass olimpico nella stessa categoria di peso grazie al ranking Ogq: undicesima piazza anche per lui. L’ultima slot della categoria -73 dovrebbe essere riempita da uno tra Enrico Parlati (nono nel ranking Ogq), Augusto Meloni e Leonardo Casaglia. 

La qualificazione diretta dovrebbe arrivare invece per Andrea Regis (-81 kg) nella categoria – 90 kg: la diciassettesima piazza del Ogq gli garantirebbe di staccare il pass per Tokyo. Qualificazione che dovrebbe arrivare anche per Luca Ardizio, -100 kg, che attualmente rientrerebbe con la quota continentale: è sesto su tredici in Europa.

Molte le azzurre in lizza per ottenere la qualificazione, ben sedici. Anche nel settore femminile le categorie di peso saranno tre – -57 kg, -70 kg e +70 kg).

Per la prima macro-categoria di peso a giocarsi il biglietto aereo per Tokyo sono le due -48 kg Francesca Giarda ( 11esima nell’Ogq) ed Elisa Adrasti, Anna Righetti (settima Ogq) e Martina Lo Giudice (-57 kg).

Per la categoria -70 kg, invece, è lotta tra Valentina Giorgis, Martina Greci, Nadia Simeoli e Cristina Piccin (-63 kg), mentre certa dovrebbe essere Alice Bellandi, -70 kg e sedicesima nel ranking Ogq.

Per la categoria + 70 kg al momento sarebbe ballottaggio tra le -78 kg Melora Rosetta (al sedicesimo posto nel ranking Ogq), Valeria Ferrari, Assunta Gallone, Linda Politi, Lucia Tangorre e Giorgia Stangherlin per le -78 kg, mentre Elisa Marchio (+78 kg) dovrebbe avere la certezza essendo ottava nel ranking Ogq.

Quali sono invece i ranking olimpici individuali?

Tra i primi dieci solo Enrico Parlati nel -73 kg (98esimo nel ranking generale), seguito da Augusto Meloni al quindicesimo posto. Tutti gli altri azzurri, ad eccezione di Matteo Piras al 15esimo posto nei -66 kg, vanno oltre la ventesima piazza.

Lontanissimo anche Fabio Basile: l’oro di Rio è solo 41esimo nel ranking generale della sua nuova categoria -73 kg.

Il ranking olimpico femminile vede nella top ten solamente Anna Righetti, nona nei -57 kg, con Martina Lo Giudice alla quindicesima piazza nella stessa categoria.

Edwige Gwend, invece, per ora occupa la quattordicesima piazza della categoria -63 kg, mentre la ritrovata Odette Giuffrida è ferma al trentaquattresimo posto nella categoria -52 kg.

Le Olimpiadi, però, non saranno domani e le classifiche e le qualificazioni potrebbero essere completamente ribaltate. Non resta che attendere e tifare Italia. 

 





Lascia un commento

scroll to top