Basket, Qualificazioni Mondiali 2019: l’analisi dei convocati dell’Italia. Tra talenti d’Oltreoceano e di A2


Sono stati diramati i 24 nomi che faranno parte della nazionale italiana di basket per i prossimi impegni alle Qualificazioni ai Mondiali del 2019, il 28 giugno contro la Croazia (a Trieste) e il 1° luglio contro l’Olanda (a Groningen). Tra certezze e novità, grandi ritorni e tanti debutti, andiamo ad analizzare le scelte del CT Meo Sacchetti.

Il ritorno di Daniel Hackett con la maglia azzurra è sicuramente la novità più risaltante. L’ultima presenza del play in nazionale risale allo scorso 13 settembre, quando l’Italia ancora sotto la gestione di Ettore Messina affrontò ai quarti di finale di Eurobasket la Serbia. Recentemente l’ex Milano ha raccontato del suo futuro come giocatore in un’intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport”, aggiungendo inoltre di essere motivato ad entrare a far parte della nuova Nazionale.

Diversi giocatori alla prima chiamata e al debutto con la maglia azzurra. Un buon segno, dovuto anche al fatto che l’Italia è già qualificata alla seconda fase del cammino verso i Mondiali in Cina.
Tra i seguenti spicca il nome di Jeffrey Brooks, di origini americane ma che ha fatto richiesta di passaporto italiano dopo aver sposato una cittadina del Bel Paese: l’ala, che ha avuto anche esperienze in Serie A, è certamente un innesto di grande valore, fisico sotto canestro, tiratore dalla distanza e soprattutto con esperienze in ambito internazionale (una stagione in Eurolega con l’Unicaja Malaga).
Altro interessante debuttante il 17enne Niccolò Mannion, italo-americano che attualmente milita nella Pinnacle High School in Phoenix (Arizona, Stati Uniti): la guardia classe 2001 ha già vestito la maglia tricolore nella nazionale giovanile under 16 dopo essere stato tagliato fuori dal roster statunitense, sarebbe un piacere avere la possibilità di vedere come si comporterà un talento del genere in campo insieme agli altri azzurri.
Esperienza americana anche per Davide Moretti. Il cestista nato a Bologna nel 1998, dopo essere cresciuto in alcune tra le più rinominate società a livello giovanile e dopo l’esordio in Serie A con il Pistoia nel 2014 e due anni in A2 a Treviso, ha deciso di intraprendere una nuova avventura a partire dalla scorsa stagione alla Texas Tech University, sbarcando in NCAA.
Anche tre giocatori reduci da una stagione in A2 sono stati chiamati per la prima volta da Sacchetti: si tratta di Andrea Mezzanotte (centro di 2,07 m; classe 1998), Andrea Palumbo (2000) e Francesco Candussi (1994 alto ben 211 cm), i primi due attualmente nel Treviglio, il terzo a Mantova.

Ancora una volta assenti i nostri “big” di NBA ed Eurolega, ma ormai la questione non fa più notizia. Niente convocazione nemmeno per Alessandro Gentile, che deve ancora recuperare l’infortunio alla mano destra rimediato lo scorso mese, e nemmeno per, Diego Flaccadori, operato per un problema cardiaco.

Di seguito tutti i 24 azzurri convocati:
Awudu Abass (1993, 200, A, EA7 Emporio Armani Milano, 28/87)
Pietro Aradori (1988, 196, A, Segafredo Virtus Bologna, 139/1328)
Paul Biligha (1990, 200, C, Umana Reyer Venezia, 21/74)
Jeffrey Brooks (1989, 203, A, Unicaja Malaga – Spagna, 0/0)
Christian Burns (1985, 203, A/C, Red October Cantù, 22/71)
Francesco Candussi (1994, 211, C, Dinamica Generale Mantova, 0/0)
Amedeo Della Valle (1993, 194, G, Grissin Bon Reggio Emilia, 48/190)
Ariel Filloy (1987, 190, P, Sidigas Avellino, 22/144)
Diego Flaccadori (1996, 193, G, Dolomiti Energia Trentino, 9/138)
Simone Fontecchio (1995, 203, A, Vanoli Cremona, 7/26)
Raphael Gaspardo (1993, 207, A, The Flexx Pistoia, 1/0)
Daniel Hackett (1987, 199, G, Brose Bamberg – Germania, 101/643)
Niccolò Mannion (2001, 188, G, Pinnacle High School – USA, 0/0)
Andrea Mezzanotte (1998, 207, C, Remer Treviglio, 0/0)
Davide Moretti (1998, 188, P/G, Texas Tech University, 0/0)
Mattia Palumbo (2000, 198, P/G, Remer Treviglio, 0/0)
Davide Pascolo (1990, 203, A, EA7 Emporio Armani Milano, 38/113)
Achille Polonara (1991, 205, A, Banco di Sardegna Sassari, 44/150)
Giampaolo Ricci (1991, 201, A, Vanoli Cremona, 0/0)
Brian Sacchetti (1986, 200, A, Germani Basket Brescia, 5/9)
Amedeo Tessitori (1994, 208, C, Eurotrend Biella, 1/6)
Stefano Tonut (1993, 194, G, Umana Reyer Venezia, 7/16)
Luca Vitali (1986, 201, P, Germani Basket Brescia, 123/382)
Michele Vitali (1991, 196, G, Germani Basket Brescia, 12/30)

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

2 Replies to “Basket, Qualificazioni Mondiali 2019: l’analisi dei convocati dell’Italia. Tra talenti d’Oltreoceano e di A2”

  1. marco_ask ha detto:

    Contro l’Olanda non è l’1 luglio?

    1. Federico Militello ha detto:

      Grazie, abbiamo corretto.

Lascia un commento

scroll to top