Scherma, Grand Prix Cali 2018: Federica Isola conquista il primo podio tra i senior! Azzurri deludenti al maschile

33657800_1761969570517546_1850170627198025728_o.jpg


Il Grand Prix di Cali ha chiuso la Coppa del Mondo di spada 2018. L’ultimo appuntamento stagionale prima di Europei e Mondiali ha visto l’Italia salire sul podio nella gara femminile, grazie ad uno strepitoso terzo posto conquistato da Federica Isola, uno dei più grandi talenti emergenti della scherma azzurra. Questa ragazza di 18 anni, dopo aver fatto incetta di podi tra le Under 20, compreso il recente oro europeo ottenuto a Sochi, riesce a realizzare il primo grande acuto tra i senior.

Il cammino di Isola si è aperto ai gironi, dove ha ottenuto subito il pass diretto per il tabellone principale. Qui ha superato la giapponese Erika Takahashi per 15-11 e poi la statunitense Francesca Bassa per 15-6. A questo punto l’azzurra ha dimostrato ulteriormente la propria classe andando a battere due atlete di grande livello: la rappresentante di Hong Kong, Kong Man Wai Vivian, per 15-13 e poi la sudcoreana Kang Young Mi per 15-10. Grazie a queste due vittorie Isola ha ottenuto la certezza di salire sul podio, ma poi in semifinale si è dovuta arrendere per 15-10 alla campionessa olimpica, l’ungherese Emese Szasz, che andrà poi a conquistare la vittoria finale, battendo la statunitense Courtney Hurley per 15-11. Sul terzo gradino del podio troviamo anche la francese Auriane Mallo.

Per quanto riguarda le altre azzurre, si ferma ai piedi del podio Marta Ferrari, eliminata anche lei da Szasz (15-13) ai quarti di finale. Stop invece agli ottavi per Rossella Fiamingo, superata 13-12 da Hurley e Alberta Satuccio, battuta 8-7 da Kang. Nel turno precedente si fermano Francesca Boscarelli, superata 15-9 da Hurley e Alice Clerici, sconfitta nel derby azzurro da Fiamingo per 15-8, mentre al primo escono di scena Giulia Rizzi (con la sudcoreana Jung Hyojung) e Roberta Marzani (con la francese Laurence Epee).

Nella gara maschile prestazione invece negativa degli azzurri, visto che nessuno riesce a superare il secondo turno. Al secondo assalto di giornata vengono eliminati Andrea Santarelli, dal francese Ronan Gustin per 15-13, Valerio Cuomo, dallo statunitense James Kaull per 13-12, Gabriele Cimini, dal francese Daniel Jerent per 15-9 ed Edoardo Munzone, dall’ucraino Bogdan Nikishin per 15-7. Fuori subito al primo turno invece Enrico Garozzo (6-13 con Kaull), Marco Fichera (10-15 con il cinese Jiang Chenyang) e Federico Vismara (10-15 con il ceco Martin Rubes).

Vittoria finale del francese Yannick Borel, che torna al successo dopo l’oro europeo ottenuto lo scorso anno a Tbilisi. In finale il transalpino ha battuto per 15-10 il giovane sudcoreano Jung Byeungchan. Il terzo gradino del podio è appannaggio ancora di Francia e Corea del Sud, con Daniel Jerent e Park Sangyoung.

 

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SULLA SCHERMA

 





 

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook FIE – Augusto Bizzi

Lascia un commento

scroll to top