Tuffi, le speranze di medaglia dell’Italia verso Tokyo 2020: Elena Bertocchi e Giovanni Tocci le punte. E se tornasse Tania Cagnotto


Aspettando Tania Cagnotto. Questo potrebbe essere il filo conduttore del biennio dei tuffi italiani in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020. La maggior parte delle ambizioni azzurre ruota proprio intorno alla decisione che prenderà la bolzanina su un suo possibile ritorno dopo il ritiro dall’attività agonistica dopo i Campionati Italiani a Torino lo scorso anno.

Fin dal momento dell’addio, è sempre rimasta una porta aperta al rientro di Tania. La più grande tuffatrice della storia italiana dopo gli Assoluti ha avuto una bambina ed ora si sta dedicando a fare la mamma. Una cosa che ha fatto anche la sua amica di sempre Francesca Dallapè e proprio lei ha riaperto la speranza di rivedere la coppia capace di arrivare all’argento olimpico in Brasile. Un’opera di convincimento che Francesca, tornata alle gare individualmente, e tutta l’Italia provano a fare nei confronti di Tania.

Al femminile Cagnotto ha lasciato un’eredità quasi impossibile da prendere, anche se nelle ultime stagioni ci ha provato Elena Bertocchi, specialmente dal metro, dove la milanese ha conquistato il titolo europeo e il bronzo mondiale. Bertocchi non sarà mai Cagnotto e non è nemmeno giusto fare un paragone, ma certamente è una tuffatrice sulla quale puntare e soprattutto lavorare perchè i margini di crescita sono ampi ed Elena ha tutte le capacità per diventare molto competitiva anche dai tre metri.

 

In campo maschile il nome forte è senza dubbio quello di Giovanni Tocci. Il 23enne nativo di Cosenza ha conquistato la medaglia di bronzo ai Mondiali nella gara dal metro, ma anche lui ha le qualità per poter esplodere anche dai tre metri. Inoltre non va dimenticato che Tocci ha spesso gareggiato in coppia con Andrea Chiarabini. Un duo esplosivo e che non è riuscito finora ad ottenere i risultati sperati, visti i problemi fisici avuti dal romano in questi ultimi mesi.

I tuffi italiani attendono di sapere il futuro della loro grande campionessa, sapendo comunque di avere un futuro con ambizioni speciali e con qualche atleta pronto a conquistare medaglie importanti.

 





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Deepblumedia

Lascia un commento

scroll to top