Nuoto, Campionati Italiani 2018: batterie 14 aprile. Scozzoli, Panziera e Castiglioni in grande spolvero

Scozzoli-Diego-Gasperoni.jpg


Ultima giornata di batterie nella vasca di Riccione per i Campionati Italiani di nuoto. Andiamo a raccontarvi quanto accaduto nella mattinata romagnola.

50 rana donne

Arianna Castiglioni e Martina Carraro sono le protagoniste annunciate di questa specialità. Per la lombarda e la genovese i migliori due tempi delle heat con la classe ’97 unica ad abbattere il muro dei 31″, toccando la piastra in 30″67. Il record italiano detenuto dalla Castiglioni stessa potrebbe essere in pericolo (30″33). In finale troveremo anche Sara Covella (31″49), Benedetta Pilato, classe 2005 ed autrice del nuovo primato nazionale “Ragazzi” (32″10), Lisa Angiolini (32″14), Ilaria Scarcella (32″25), Matilde Bincoletto (32″39) e Nicol Valentini (32″41).

 

50 rana uomini

Fabio Scozzoli conferma di essere il favorito n.1. Il campione dell’Imolanuoto, dopo essersi portato a casa il titolo dei 100 rana, vuol bissare ed il 27″14 di stamane, esprimendo grande potenza in acqua, potrebbe assecondare le proprie intenzioni. Inoltre il 26″91, ottenuto nella finale iridata di Budapest (record italiano), potrebbe essere un obiettivo non così impossibile. Nell’atto conclusivo vi saranno anche Andrea Toniato (27″43), Luca Pizzini (27″75), Alessandro Pinzuti (27″91), Gianluca Maiorana (28″09), Marco Zanca (28″33), Andrea Radici (28″40) e Zaccaria Casna (28″48).

 

400 stile libero donne

4’12″59 il crono di riferimento siglato da Simona Quadarella. L’atleta romana, reduce dalle vittorie negli 800 e 1500 stile libero (autrice in questo caso del 1° crono del 2018 al mondo), ha controllato la gara fin dal primo 50, gestendo con un passo da 31″ alto ogni vasca e destando un’ottima impressione. La classe ’98 ci tiene a ben figurare in questa specialità e vuole realizzare l’en plein del mezzofondo dello stile libero femminile. Tra le migliori otto anche Linda Caponi (4’12″59), Diletta Carli (4’14″10), Stefania Pirozzi (4’14″20), Erica Musso (4’14″76), Giorgia Romei (4’15″91), Giulia Gabbrielleschi (4’16″46) ed Ilaria Cella (4’16″70).

 

400 misti uomini

Su questa distanza tempi non proprio esaltati: 4’22″73 per Mattia Bondavalli e l’eterno Federico Turrini che va a caccia dell’ennesimo titolo tricolore della sua carriera. Vista la concorrenza non eccezionale, il risultato potrebbe essere possibile. In finale anche Andrea Pier Matteazzi (4’23″07), Andrea Velluti (4’23″72), Lorenzo Tarocchi (4’24″50), Pietro Paolo Sarpe (4’24″50), Alberto Razzetti (4’25″03) e Massimiliano Matteazzi (4’26″03).

 

200 dorso donne

Margherita Panziera fa vedere di esserci nella sua specialità. 2’10″54 per la primatista italiana dei 100 dorso ed il 2’08″03 (record italiano di Alessia Filippi) potrebbe tremare, vista la condizione di forma della veneta. Alle sue spalle due giovani di grandi speranze come Giulia Innocenzo e Roberta Circi, rispettivamente in 2’13″13 e 2’14″30, che vanno in cerca del pass per gli Eurojunior (TL 2’12″5). A completamento delle qualificate alla finale, vi saranno anche Carlotta Zofkova (2’15″35), Letizia Paruscio (2’15″35), Ambra Esposito (2’15″45) ed Elisa Maloni (2’15″58). Da segnalare il record italiano “Ragazzi” di Erika Francesca Gaetani (classe 2004) in 2’15″91 (nona nella graduatoria complessiva).

 

1500 stile libero (serie lente)

Nelle due serie mattutine, in attesa di quella principale con Gregorio Paltrinieri sui blocchetti di partenza nel pomeriggio, Giulio Iccarino, classe 2000, ottiene 15’26″53, avvicinando il crono richiesto dalla FIN per la qualificazione agli Eurojunior (15’26″0) e svettando nella graduatoria generale davanti a Marco De Tullio (15’44″74) e Matteo Lamberti (15’48″86).

 

50 farfalla donne

Elena Di Liddo svetta nella gara veloce della farfalla: 26″52 per la nuotatrice dell’Aniene a precedere la classe 2002 Karen Asprissi (26″93) ed Elena Gemo (27″04). Si preannuncia una gara equilibrata che vedrà anche Ilaria Bianchi (27″14), Silvia Scalia (27″21), Maria Chiara Girardi (27″23), Costanza Cocconcelli (27″31) e Giorgia Biondani (27″72).

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOTO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Diego Gasperoni

Lascia un commento

scroll to top