Motocross, GP Europa MXGP 2018: Jeffrey Herlings trionfa in gara-1. Antonio Cairoli secondo con caduta

Motocross-Cairoli-02-foto-OrigoV.jpg

Sono Jeffrey Herlings ed Antonio Cairoli i protagonisti indiscussi di gara-1 del GP d’Europa, seconda prova del Mondiale 2018 di MxGP. I due centauri della KTM hanno monopolizzato la scena sul circuito di Valkenswaard (Olanda) con il padrone di casa che ha ottenuto una vittoria in rimonta davanti al campione del mondo in carica. Cairoli protagonista anche di una caduta quando era in testa nelle prime battute. Sul terzo gradino del podio il vincitore della Qualifying Race di ieri, il belga della Yamaha Jeremy Van Horebeek, con 29″712 di ritardo.

L’holeshot parla decisamente italiano con un Cairoli lestissimo ad affrontare le asperità del tracciato orange con grande coraggio. Vola via subito in solitaria il n.222 facendo la differenza rispetto a Van Horebeek che, dopo poche curve, si libera dell’altro pilota della KTM Glen Coldenhoff. Eccezionale l’avvio di Herlings che, dopo pochissime tornate, è già quinto (ricordiamo che aveva chiuso in 19esima posizione la Qualifying Race) davanti al campione del mondo 2016 Tim Gajser (Honda) e dietro a Coldenhoff ed al francese Romain Febvre (Yamaha).

E’ scatenato il tulipano e in men che non si dica sorpassa all’esterno nell’ultimo settore i due rivali. Non ci mette molto, poi, Herlings  a braccare da vicino Van Horebeek e, complice anche un errore del belga, la seconda posizione è sua. Ci sono 6″ tra l’olandese e Cairoli. In tre giri il n.84 dimezza il vantaggio e Tony è costretto a spingere più del dovuto.

Un atteggiamento garibaldino quello del siciliano che costa una caduta: perdita di anteriore per lui e regalo per il compagno di marca. La corsa, per la vittoria, finisce qui mentre è molto bello il confronto per il terzo posto nel quale è bravissimo Van Horebeek a spuntarla, prevalendo su un Max Anstie (Husqvarna) autore di una manche molto convincente ed in rimonta. In quinta piazza conclude Coldenhoff mentre Febvre precede il connazionale Gautier Paulin (Husqvarna), Clement Desalle (Kawasaki) e Gajser (Honda). Per quanto concerne gli altri italiani 22esima posizione per Ivo Monticelli, 24esima per Alessandro Lupino e 28esima per Simone Zecchina.

 

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOCROSS

giandomenico.tiseo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo


Lascia un commento

scroll to top