Dubai Tour 2018: Sonny Colbrelli vince ad Hatta Dam! Elia Viviani resta leader, corsa apertissima

Sonny Colbrelli ha vinto la quarta tappa del Dubai Tour 2018, la frazione regina della corsa con i suoi 172 chilometri e l’arrivo sulla diga di Hatta Dam. Tutto ancora aperto in ottica classifica generale: domani l’ultima volata decreterà il vincitore finale proprio nel cuore di Dubai.

Dato anche il profilo della tappa più impegnativo del solito, il gruppo ha faticato maggiormente a gestire il vantaggio della fuga. Brandon McNulty (Rally Cycling), Robert Carpenter (Rally Cycling) e Conor Dunne (Aqua Blue Sport) sono evasi dal primo tentativo di giornata a sei e sono arrivati ad avere un margine interessante anche nella fase finale di corsa che ha costretto le squadre ad organizzarsi in un logorante inseguimento pancia a terra negli ultimi chilometri verso il traguardo di Hatta Dam. L’alta andatura e le difficoltà altimetriche, pur non eccessive, hanno addirittura portato a staccarsi due corridori come Marcel Kittel (Katusha-Alpecin) e Dylan Groenewegen (LottoNL-Jumbo). 

Tra gli attaccanti, l’ultimo ad arrendersi è stato McNulty: troppa, però, la foga con cui la Bahrain-Merida ha condotto l’inseguimento per sperare di arrivare fino in fondo. Lo statunitense ha dovuto alzare bandiera bianca proprio sul durissimo strappo finale, con pendenze fino al 17% negli ultimi 250 metri. Una volta iniziata la salita, la coppia italiana formata da Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo) e Sonny Colbrelly (Bahrain-Merida) ha lanciato la volata, superando il fuggitivo con un altro passo. Sin dalle prime pedalate, è parsa palese la superiorità di Colbrelli sul resto del gruppo: il bresciano ha quasi staccato gli avversari di ruota per andare a cogliere il primo successo stagionale per la Bahrain-Merida, dimostrando di avere già un bel colpo di pedale in vista delle Classiche che saranno il grande obiettivo della sua prima parte di stagione. Seconda posizione, in maglia Astana, per il danese Magnus Cort Nielsen, mentre l’olandese Timo Roosen (LottoNL-Juambo) ha completato il podio in terza posizione davanti al norvegese Alexander Kristoff (UAE Emirates). Quinta e sesta posizione per Giacomo Nizzolo e per Elia Viviani (QuickStep-Floors).

In ottica classifica generale, Elia Viviani mantiene la leadership in vista dell’ultima tappa ma con due soli secondi di vantaggio su Cort Nielsen e quattro su Colbrelli. L’ultimo sprint e gli ultimi abbuoni saranno fondamentali per assegnare il successo finale della corsa. 





CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI CICLISMO

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Pier Colombo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci di fondo, Olimpiadi Invernali PyeongChang 2018: scelta l’Italia per lo skiathlon maschile. De Fabiani guida gli azzurri

Golf, PGA Tour 2018: Streelman ed Hossler al comando al termine del primo round dell’AT&T Pebble Beach Pro-Am