Sci alpino, Slalom femminile Zagabria 2018: Mikaela Shiffrin ipoteca la vittoria, prima manche stellare. Indietro Costazza e Curtoni

oa-logo-correlati.png

Mikaela Shiffrin regale nella prima manche dello slalom speciale di Zagabria, valido per la Coppa del Mondo di sci alpino femminile. La campionessa americana, sulle nevi croate, ha chiuso con uno straordinario tempo di 52″99, costruito con una manche pressoché perfetta. Velocissima in avvio e impeccabile sul muro conclusivo, Shiffrin ha rifilato oltre 1″ a tutte le altre atlete, ipotecando di fatto la vittoria.

Alle sue spalle, infatti, a 1″41, c’è Wendy Holdener. La svizzera sembra essere la più in forma delle slalomiste – fatta eccezione naturalmente per il fenomeno a stelle e strisce – e anche se ha commesso qualche errore nel muro conclusivo è l’indiziata numero uno per la conquista del secondo posto. Terza è la slovacca Petra Vlhova: il suo distacco è di 1″61, quasi impossibile da recuperare. Si prevede una bella lotta fra lei e Holdener per il secondo posto.

Quarta è l’austriaca Bernadette Schild, che già aveva sciato molto bene a Lienz. Schild paga 1″97 di ritardo da Shiffrin e può ancora giocarsi le proprie carte per provare a salire sul podio, anche se è attardata di quasi 4 decimi rispetto a Vlhova. Frida Hansdotter è invece quinta a 2″01. La svedese non è brillantissima nella parte iniziale di gara, in cui accumula gran parte del ritardo da Shiffrin.

Dal sesto posto in poi, i distacchi dalla vetta continuano a crescere e a spostarsi sull’ordine dei tre secondi. Estelle Alphand è sesta a 2″23 e conferma l’ottima impressione destata a Lienz, Melanie Meillard è settima a 2″43, mentre la top ten è chiusa da Katharina Liensberger, Katharina Gallhuber e Michelle Gisin, rispettivamente a 2″54, 2″73 e 2″97.

Molto attardate Chiara Costazza e Irene Curtoni. Chiara è dodicesima a pari merito con Denise Feierabend con un ritardo di 3″36. L’azzurra è stata poco brillante soprattutto nel ripido iniziale, in cui ha pagato 9 decimi di ritardo da Shiffrin. Il distacco è poi aumentato nei successivi intermedi. Irene paga invece un ritardo di 3″49 e si piazza momentaneamente al 17mo posto: la qualificazione alla seconda manche non è in pericolo, ma servirà una grande prestazione per cercare l’ingresso in top ten. Manuela Moelgg, invece, è 29ma a 4″61 e entra per un soffio nella seconda runNon hanno terminato la prova, invece, Michela Azzola e Roberta Midali.

andrea.voria@oasport.it





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook Mikaela Shiffrin

Lascia un commento

scroll to top