Pattinaggio artistico, ISU Four Continents 2018: dominio giapponese nell’individuale femminile. I risultati della prima giornata

Taipei City, nella sua omonima Arena, quest’anno ospita il Campionato dei Quattro Continenti di pattinaggio artistico, importante e ultimo appuntamento prima delle Olimpiadi di PyeongChang 2018.

La prima giornata di gare si è aperta con il programma breve della danza sul ghiaccio. Dopo una buona performance la coppia americana formata da Kaitlin Hawayek e Jean-Luc Baker si trova momentaneamente al comando della classifica con 69.08 punti, davanti ai giapponesi Kana Muramoto-Chris Reed (secondi con 65.27) e i canadesi Carolane Soucisse-Shane Firus (terzi con 65.11).

DANZA SUL GHIACCIO, CLASSIFICA SHORT DANCE

FPl. Name Nation Points SD FD
1 Kaitlin HAWAYEK / Jean-Luc BAKER
USA
69.08 1
2 Kana MURAMOTO / Chris REED
JPN
65.27 2
3 Carolane SOUCISSE / Shane FIRUS
CAN
65.11 3
4 Lorraine MCNAMARA / Quinn CARPENTER
USA
62.83 4
5 Shiyue WANG / Xinyu LIU
CHN
62.36 5
6 Rachel PARSONS / Michael PARSONS
USA
60.18 6
7 Yura MIN / Alexander GAMELIN
KOR
60.11 7
8 Haley SALES / Nikolas WAMSTEEKER
CAN
57.21 8
9 Sarah ARNOLD / Thomas WILLIAMS
CAN
52.50 9
10 Misato KOMATSUBARA / Tim KOLETO
JPN
52.45 10
11 Linshu SONG / Zhuoming SUN
CHN
50.34 11
12 Rikako FUKASE / Aru TATENO
JPN
47.15 12
13 Chantelle KERRY / Andrew DODDS
AUS
45.42 13
14 Matilda FRIEND / William BADAOUI
AUS
33.09 14

Dopo la short dance, sul ghiaccio della Taipei Arena sono scesi per lo short program gli atleti delle coppie di artistico. I pattinatori americani Ashley Cain e Timothy Leduc si sono portati momentaneamente al comando ottenendo il nuovo primato nel segmento di 66.76 punti, staccando però di appena trenta centesimi (66.45) gli atleti australiani Ekaterina Alexandrovskaya-Harley Windsor. Al terzo posto provvisorio si sono piazzati con 65.74 gli altri atleti americani Tarah Kayne-Danny O’Shea che, a loro volta, dovranno difendersi dagli attacchi della coppia nordcoreana Tae Ok Ryom-Ju Sik Kim, in quarta posizione con 65.25.

CLASSIFICA SHORT PROGRAM COPPIE DI ARTISTICO

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Ashley CAIN / Timothy LEDUC
USA
66.76 1
2 Ekaterina ALEXANDROVSKAYA / Harley WINDSOR
AUS
66.45 2
3 Tarah KAYNE / Danny O’SHEA
USA
65.74 3
4 Tae Ok RYOM / Ju Sik KIM
PRK
65.25 4
5 Liubov ILYUSHECHKINA / Dylan MOSCOVITCH
CAN
64.50 5
6 Deanna STELLATO / Nathan BARTHOLOMAY
USA
60.93 6
7 Miu SUZAKI / Ryuichi KIHARA
JPN
56.95 7
8 Sydney KOLODZIEJ / Maxime DESCHAMPS
CAN
56.18 8
9 Camille RUEST / Andrew WOLFE
CAN
54.70 9
10 Riku MIURA / Shoya ICHIHASHI
JPN
44.25 10

L’ultima gara della giornata, la più attesa, è stata quella dell’individuale femminile che ha visto un dominio assoluto delle atlete giapponesi: l’atleta di punta della categoria, Satoko Miyahara, si è portata al comando dopo un programma ben eseguito in cui però non è mancata la solita chiamata di triplo lutz sottoruotato. L’atleta nipponica, nonostante il terzo punteggio tecnico (37.34), è balzata in testa alla classifica per le ottime componenti del programma (34.40) con un totale di 71.74 davanti alle compagne di squadra Kaori Sakamoto (in seconda posizione con 71.34) e Mai Mihara (in terza posizione con 69.84).

CLASSIFICA SHORT PROGRAM FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Satoko MIYAHARA
JPN
71.74 1
2 Kaori SAKAMOTO
JPN
71.34 2
3 Mai MIHARA
JPN
69.84 3
4 Mariah BELL
USA
62.90 4
5 Dabin CHOI
KOR
62.30 5
6 Hanul KIM
KOR
61.15 6
7 Starr ANDREWS
USA
60.61 7
8 Alaine CHARTRAND
CAN
59.86 8
9 Angela WANG
USA
58.97 9
10 Xiangning LI
CHN
57.01 10
11 Elizabet TURSYNBAEVA
KAZ
56.52 11
12 Soyoun PARK
KOR
53.05 12
13 Brooklee HAN
AUS
52.29 13
14 Alicia PINEAULT
CAN
51.53 14
15 Amy LIN
TPE
51.14 15
16 Kailani CRAINE
AUS
50.79 16
17 Michelle LONG
CAN
49.77 17
18 Ziquan ZHAO
CHN
48.78 18
19 Chloe ING
SGP
45.30 19
20 Aiza MAMBEKOVA
KAZ
36.47 20
21 Joanna SO
HKG
35.51 21
22 Natalie SANGKAGALO
THA
33.50 22
23 Thita LAMSAM
THA
28.26 23

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISU Figure Skating

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, l’Italia cambia sponsor! Kinder dà l’addio, arriva il colosso DHL per l’estate dei Mondiali

MotoGP, la nuova YZR-M1 Yamaha nata per far dimenticare il 2017: lavoro sull’elettronica e telaio su base 2016