Basket, Eurocup 2018: Torino crolla con il Bayern Monaco. Decisiva l’ultima partita. Trento torna alla vittoria


Serata amara per la Fiat Torino, impegnata nel quinto turno della Top 16 di Eurocup. La squadra di Carlo Recalcati è uscita con le ossa rotte dalla trasferta contro il Bayern Monaco, che ha trionfato con il netto punteggio di 107-81 prendendosi qualificazione e primo posto del gruppo F. Discorso rimandato all’ultima giornata per Torino. Era impegnata anche la Dolomiti Energia Trentino, già eliminata, che è tornata alla vittoria battendo in trasferta il Cedevita Zagabria per 77-81.

Una serata da dimenticare per Torino, durata praticamente solo un tempo sul campo del Bayern Monaco. Prosegue, dunque, il periodo nero della Fiat, iniziato con le dimissioni di Banchi: Recalcati deve ancora trovare la quadra ma intanto il tempo stringe, specie in Eurocup, dove manca una sola partita alla fine della Top 16. Un peccato, perché per venti minuti era stata un’ottima Torino. Combattiva, decisa, grintosa, rispondendo colpo su colpo all’attacco devastante del Bayern Monaco. Soprattutto grazie a Lamar Patterson (27 punti alla fine). La Fiat, però, è rimasta negli spogliatoi dopo l’intervallo: il parziale del terzo quarto è stato 37-14, spaccando in due la partita. Dal 44-40 all’81-54. Partita praticamene finita. Un black-out inspiegabile. Certo, era difficile tenere il ritmo offensivo dei tedeschi, ma la squadra di Recalcati non ci ha nemmeno provato. Il resto dell’incontro è stato quindi una pura esibizione del Bayern, che ha raggiunto e superato i 100 punti fino a chiudere 107-81. Mattatori Redding con 20 e Barthel con 21. Era difficile per Torino, questo sì, ma la sconfitta fa male: ora sarà dentro o fuori nell’ultimo incontro, in casa contro lo Zenit. La Fiat dovrà non solo vincere ma anche ribaltare il -11 dell’andata.

Loading...
Loading...

Il tabellino

Bayern Monaco – Fiat Torino 107-81 (27-23, 17-17, 37-14, 26-27)

Bayern: Hobbs 6, King 5, Cunningham 14, Dedovic 5, Redding 20, Jovic 6, Barthel 21, Gavel 1, Ogunsipe 2, Booker 5, Zirbes 17, Jallow 7

Fiat: Garrett 15, Vujacic 3, Poeta 2, Stephens 1, Patterson 27, Washington 5, Okeke 1, Jones 11, Mazzola 6, Mbakwe 8, Iannuzzi 2

 

Ha ritrovato la vittoria Trento, che ha espugnato Zagabria per 77-81. Un successo che serve a poco in termini di classifica, con la Dolomiti già eliminata, ma a molto per il morale, con la squadra di Buscaglia che era a secco da sette partite tra campionato ed Eurocup. Non è stata una partita ben giocata da parte dei dolomitici, ma è bastata al cospetto di un Cedevita discontinuo ed impreciso al tiro ma capace di rientrare in maniera prepotente nel quarto periodo. Trento, infatti, era volata in vantaggio dopo pochi minuti, in un primo quarto chiuso con ben 28 punti segnati. Sembrava tutto facile, nonostante il divario non fosse poi così largo (34-42 all’intervallo). La fuga definitiva è arrivata nel terzo quarto ma era troppo facile così e allora spazio alla rimonta del Cedevita. Sul più bello Trento si è inceppata, complice la zona croata che ha messo in crisi gli attaccanti ospiti. Zagabria è arrivata fino al -4: è stato il duo Franke-Gomes (21 e 10 alla fine) a suonare la sveglia, trovando linfa vitale in Gutierrez e permettendo a Trento di volare fino al 77-81 finale.

Il tabellino

Cedevita Zagabria – Dolomiti Energia Trentino 77-81 (23-28, 11-14, 16-24, 27-15)

Cedevita: Kruslin 21, Perkovic 10, Johnson 4, Nichols 8, Slavica n.e., Zganec 1, Musa 13, Cherry 12, Markota 4, Ramljak, Stipanovic 4

Dolomiti: Franke 21, Sutton 12, Silins 16, Forray 4, Conti, Flaccadori, Gutierrez 12, Gomes 10, Hogue 6, Lechthaler, Shields

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top