Taekwondo, Europei juniores 2017: gli azzurrini ai raggi X. Vito Dell’Aquila guida la spedizione

Vito-DellAquila-Mondiali-2017-taekwondo-Foto-FITA.jpg

A Larnaca (Cipro), dal 2 al 5 novembre, si terranno i CampionatI Europei Juniores 2017 di taekwondo, la competizione continentale per gli atleti di età compresa fra i 15 e 17 anni. Per molti dei venti azzurri convocati sarà l’occasione di mettersi in mostra agli inizi della propria carriera, altri invece saranno chiamati a confermare i progressi mostrati in stagione.

Uno su tutti però, è chiamato a vincere la propria categoria. Vito Dell’Aquila, nei -55 kg, è assolutamente il favorito numero uno. L’azzurro, a diciassette anni, è già un big della disciplina a livello mondiale, avendo conquistato il bronzo ai Mondiali di Muju nel corso di questa annata. Vito, inoltre, al Gran Prix di Rabat è sembrato l’italiano più in forma, raggiungendo i quarti di finale nella categoria olimpica dei -58 kg; a Belgrado poi, nell’ultimo Open della stagione, di categoria G1, ha colto una grande medaglia d’oro. Contro i pari età, l’azzurro parte con un piede, o forse due, davanti a tutti. Riuscirà a confermarsi?

I risultati del Polish Open 2017, tenutosi a settembre, danno grandi speranze anche ad altri azzurri. Alessia Sturari nei -44 kg in quell’occasione riuscì a mettersi al collo la medaglia d’oro, al termine di un torneo condotto in maniera magistrale. Per lei, a Larnaca, c’è l’occasione per confermare quanto di buono già mostrato fino ad ora. Achille Cernami nei -78 kg riuscì a ottenere il bronzo, così come Sofia Zampetti nei -42 kg: entrambi sono due atleti da podio, ma la concorrenza e l’atmosfera di un Europeo sono naturalmente diverse rispetto a un Open.

Allo stesso modo, dall’Open di Belgrado, sempre di categoria G1 come quello polacco, provengono altre grandi speranze. In quel caso furono Erminio Pilunni (+78 kg), Antonio Esposito (-68 kg) e Gabriele Caulo (-59 kg) a conquistare l’oro, mentre arrivarono anche diversi argenti grazie a Alessia Marotta (-68 kg) e ancora Alessia Sturari (-44 kg). Simone Alessio (-68 kg), Cosimo Dell’Aquila (-45 kg), Michael Rubino (-63 kg) e Sofia Zampetti (-42 kg) in quell’occasione si misero al collo una medaglia di bronzo. Alla luce dei risultati ottenuti, l’Italia punta in alto in questa edizione degli Europei Juniores, con diversi atleti in gara che possono stupire e regalare medaglie al nostro paese.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FITA

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top