Svezia-Italia, playoff Mondiali 2018 – Gli azzurri si affidano a Ciro Immobile e Simone Zaza: la nuova coppia d’attacco per l’impresa

Ciro-Immobile-Italia-Calcio-Twitter-Nazionale-Italiana.jpg

Ciro Immobile e Simone Zaza. Sempre essere questa la coppia d’attacco dell’Italia per l’andata dei playoff di qualificazione ai Mondiali 2018: saranno i bomber che dovranno segnare contro la Svezia a Stoccolma e trascinare la nostra Nazionale alla rassegna iridata, evitando una clamorosa eliminazione.

Giampiero Ventura sembra essere dirottato verso un cambio di modulo, il rinnovato 3-5-2 che manda in panchina il 4-2-4 anche a causa dei problemi fisici di Andrea Belotti ma che porterà alla pesantissima rinuncia di Lorenzo Insigne, il folletto del Napoli che è in uno stato di forma eccezionale. Indubbiamente però servono due centravanti di grande sostanza e la vena realizzativa della nostra coppia è esplosiva: Immobile è il capocannoniere d’Europa (15 gol in Serie A), sta trascinando la Lazio a suon di reti e sembra irrefrenabile; Zaza si è totalmente rigenerato in Spagna, con la casacca del Valencia ha già siglato nove gol e in Liga soltanto Messi segna più di lui! Per volare in Russia bisogna mettere sotto la Svezia e c’è un immancabile bisogno della già ribattezza “coppia ignorante”.

Hanno già giocato insieme con l’Italia di Antonio Conte (prima volta il 4 settembre 2014, quel giorno segnò Ciro) fino agli Europei 2016, quelli in cui Zaza calciò un rigore tragico che portò all’eliminazione (insieme a quello di Pellè). Ora Immobile è un punto fermo della formazione di Ventura (7 gol in 28 partite), Zaza torna invece titolare dopo il già descritto penalty battuto in Francia (nel mezzo aveva giocato soltanto qualche minuto contro Liechtenstein e Germania). Verratti e De Rossi a centrocampo dovranno lavorare per loro, dovremo spingere sulle fasce per lavorare con dei cross, sono due attaccanti che hanno bisogno del massimo supporto per cercare la via della rete. Non sarà facile sfondare il muro gialloblù ma Zaza e Immobile devono caricarsi l’Italia sulle spalle e trascinarla verso i Mondiali.

 





WEB TV

Lascia un commento

scroll to top