LIVE Sci di fondo, 10 km tc femminile-15 km tc maschile Ruka 2017 in DIRETTA: Marit Bjørgen trionfa nella gara femminile, male Ilaria Debertolis. Klaebo fa doppietta, Noeckler (28°) il migliore degli italiani

De-Fabiani-5-Valerio-Origo.jpg

Buongiorno e benvenuti alla Diretta Live della prima tappa della Coppa del Mondo 2017/2018 di sci di fondo. Si gareggia a Ruka in Finlandia e prosegue la cosiddetta “Ruka Triple” che da il via ufficiale alla stagione.  Dopo le prime due prove sprint a tecnica classica (1.4 km, maschile e femminile) di ieri, come di consueto quest’oggi si passa alla 10 km a tecnica classica femminile ed alla 15 km a tecnica classica maschile.

Grande favorita, al femminile ed maschile la squadra norvegese che sul passo alternato ha sempre fatto la differenza. Tra le donne, osservata speciale non può che essere lei Marit Bjorgen, la mamma volante di Rognes che anche quest’anno vuol dominare la scena e far incetta di successi in Coppa del Mondo e soprattutto ai Giochi Olimpici di Pyeongchang. Le rivali per lei saranno, come detto, in casa a cominciare da Heidi Weng, la dominatrice della World Cup 2016-2017, senza dimenticarci di Oestberg e Falla non intenzionata ad essere spettatrici. In casa Italia la sola Ilaria Debertolis proverà a tenere alto il vessillo tricolore.

Norvegia pronta a fare la voce grossa, come detto, anche tra gli uomini. Una squadra che dispone di campioni affermati come Johnsrud Sundby, dominatore delle ultime tre stagioni, senza dimenticarci di Krogh, Golberg, Iversen e fari puntati sul giovane trionfatore della sprint Johannes Hoesfiot Klaebo, fenomenale nel proprio incedere. Proveranno a contrastare il dominio norvegese il canadese Harvey e, interventi della Wada e del Cio permettendo, il russo Ustiugov, secondo nella Coppa del Mondo della passata stagione e competitivo sia nelle sprint che nelle distance. Lo stesso si può dire per il finlandese Heikkinen, specialista delle lunghe distanze e comunque bravo a preparare le gare di un giorno e per il francese Manificat, che ritroveremo protagonista nell’arco di tutta la stagione. In casa Italia avremo Federico Pellegrino, Giandomenico Salvadori, Maicol Rastelli, Dietmar Noeckler e Francesco De Fabiani ed in questa specialità, da quest’ultimo, ci si aspetta una prova di livello dopo un’annata decisamente sottotono.

Si comincia alle 10.45 con la prova femminile per poi dare spazio a quella maschile a partire dalle ore 12.30. OASport vi proporrà la DIRETTA LIVE della 10 km a tecnica classica femminile ed della 15 km a tecnica classica maschile. Buon divertimento!

 





 

CLICCA F5 (SU DESKTOP) O REFRESH (SUL TUO DISPOSITIVO MOBILE/TABLET) PER AGGIORNARE LA PAGINA

13.42: Si conclude così la DIRETTA LIVE della 15 km a tc uomini. Un saluto dalla redazione di OASport.

13.39: Il finlandese Niskanen conclude terzo a 17″7. Doppietta norvegese dunque con Klaebo vincitore in 33’38″8 con 15″3 di vantaggio su Toenseth e 17″7 sul finlandese Niskanen. Il migliore degli italiani è Noeckler 28°. 4 norvegesi nei primi 10.

13.37: Bolshunov si piazza in terza piazza a 19″9 e quindi il suo podio è a rischio tenendo conto dell’arrivo del finlandese Niskanen.

13.35: Il finlandese Niskanen si prende la seconda piazza a 11″8 davanti all’altro norvegese Toenseth.

13.33 Bolschunov cede un po’ ai 13.1 km piazzandosi in terza posizione a 15″1.

13.30: Arriva Federico Pellegrini che si piazza immediatamente dietro al compagno di nazionale Noeckler in 25esima piazza. Nel frattempo Iversen si piazza in quinta piazza davanti a Sundby. In vetta sempre Klaebo, in attesa di sapere cosa potranno fare il russo Bolshunov e il finlandese Niskanen.

13.28: Molto bene al passaggio dei 10 km il russo Bloshunov, con 6″9 di ritardo, ed il finlandese Niskanen a 7″3 mentre Pellegrino è 35° a 1’11″0 il migliore degli azzurri.

13.28: Eccolo Klaebo che si piazza davanti a tutti con 15″3 di vantaggio su Toenseth e 25″6 su Poltoranin. Al traguardo 22° Noeckler, 31° Salvadori e 32° per De Fabiani.

13.24: Sundby chiude quarto a 15″4. Non al 100% il grande campione norvege ma arriva il nuovo fenomeno del Paese scandinavo Klaebo.

13.23: Arrivano sia Salvadori che De Fabiani che chiudono in 25esima e 27esima piazza mentre Cologna è solo 17° davanti a Noeckler 18°.

13.21: Arriva al traguardo Tonseth in 33″54.1 mentre vola Klaebo e si avvia molto probabilmente a vincere questa gara. Seconda piazza agli 8.1 km per il russo Bolschunov con 3″8 di ritardo.

13.20 Bene Pellegrini ai 10 km, 27° con 1’11″0 dalla vetta, il migliore degli italiani mentre De Fabiani è 37°.

13.18: Iversen è quarto a 17″9 ai 10km.

13.17: Bene Pellegrino che ai 6.2 km è 29° a 38″5 da Klaebo mentre il russo si ferma a 3 decimi dal norvegese.

13.15: Arriva il russo Chervotkin, veloce nelle prime battuta, piazzandosi terzo a 5″6. Nel frattempo ai 5.0 km miglior tempo per il giovane russo Bolshunov con 4″ di vantaggio su Klaebo. Attenzione al russo!

13.13: Klaebo si porta in vetta ai 10km con 16″7 di vantaggio su Toenseth che precede Belov (+17″9) e Sundby (+22″3), arriva anche Savadori all’arrivo: nono posto per lui a 1’45″2 dal kazako Poltoranin.

13.11: All’arrivo il kazako Poltranini scavalca Belov portandosi in vetta di 0.9 mentre Noeckler si piazza quinto a 1’11″0.

13:10: Klaebo il più veloce anche agli 8.1 km con 17″8 di vantaggio sugli altri norvegesi Toenseth (17″8) e Sundby (19″1).

13.09: Terminato la propria fatica Belov con il tempo di 34″04 con 29″2 di vantaggio su Vylegzhanin a 1’55″4. Sesto il nostro Micol Rastelli a 2’31″9.

13.05: Klaebo si conferma il più veloce anche ai 6.2 km con 6″1 di vantaggio su Chervotkin e 14″4 sull’altro norvegese Toenseth. 27° Savadori che è il migliore degli italiani con 48″5 di ritardo, Noeckler è 29° a 49″7, De Fabiani 35° a 58″5 e Rastelli 45° a 1’12″1.

13.02: Klaebo davvero fenomenale! 10’59″7 con 5″ di vantaggio su Chervotkin, 9″1 sul russo Ustiugov, 11″0 su Toenseth e 12″4 su Sundby mentre 28° Noeckler 28° a 39″1, Salvadori 33° a 423″8 e De Fabiani 36° a 46″1. Partiti davvero piano gli italiani mentre 18° Pellegrini al passaggio dei 3.1 a 16″1 da Klaebo.

12.58: Fenomale Klaebo che si prende il miglior crono in 7’09″1 con 2″1 di vantaggio su Ustiugov e 3″7 su Chervotkin mentre De Fabiani è solo 38° a 30″ quindi il miglior azzurro è Noeckler 31° a 25″9 dalla vetta.

12.55: Ai 5.0 Chervotkin si conferma velocissimo con 11’04″7 con 9″2 su Krueger e 12″5 sull’altro russo Poltranin

12.53: Quarto e sesto posto al rilevamento dei 3.1 km con Chervotkin sempre in vetta.

12.52: Klaebo, il talentuoso norvegese, vincitore della gara sprint di ieri.

12.51: 5″6 di ritardo per il 24enne norvegese Krueger a 5″6 dal russo Chervotkin.

12.50: Inizia anche la sua gara un altro fortissimo russo ovvero Ustiugov.

12.48: Ancora Russia a farsi vedere: il giovanissimo russo Chervotkin si prende la vetta con 7’12″8 e 5″8 di vantaggio su Belov. Parte in questo momento il campione del mondo, lo svizzero Dario Cologna.

12.47: 14° posto per Salvadori ai 3.1 km con 20″9 di ritardo dalla vetta.

12.45: Parte in questo momento uno dei favoriti della vigilia ovvero Sundby.

12.45: Altro russo in arrivo ai 3.1 km ovvero Vitsenko che si porta in quinta posizione a 12″4.

12.44: Arriva il nostro Noeckler che si piazza in settima posizione a 16″4 da Belov ai 3.1 km.

12.43: Secondo tempo al passaggio dei 3.1 km con 3″7 di ritardo da Belov

12.42: Un altro russo prende la vetta ai 3.1 km con 7’18″6 con 10″9 e 11″1 sul connazionale Vylegzhanini, anch’egli squalificato a vita dal Cio per doping. Situazione davvero curiosa…

12.41: Al rilevamento dei 3.1 il russo rimane in vetta con 2.2 di vantaggio su Dobler e 4.4 su Tarantola. Nel frattempo parte il nostro Francesco De Fabiani!

12.38: Passa ai 3.1 km il russo Vylegzhanin in 7’29″7 squalificato a vita dal Comitato Olimpico Internazionale per assunzione di sostanze dopanti mentre il nostro Maicol Rastelli è a 14″4 dal russo.

12.38: Deibler al passaggio dei 3.1 km con il crono di 7’31″9. Questo è il primo stop del cronometro.

12.36: E’ il turno di Dietmar Noeckler e di Giandomenico Salvadori con quest’ultimo che l’anno scorso ha mostrato buone potenzialità.

12.33: Iniziano la loro fatica anche il francese Tarantola, lo svizzero Furger e lo svedese Westberg.

12.33: Parte anche il nostro Maicol Rastelli, specialista in questa tecnica.

12.32: Nel frattempo partiti sia il giapponese Lenting che il russo Vylegzhanin.

12.31: Passo alternato dunque per una gara che si attende, anche qui, di marca norvegese.

12.30: Partiti! Dobler prende il via ed inizia la 15 km a tc maschile.

12.26: Il primo a partire sarà il tedesco Dobler.

12.23: Manca sempre meno alla partenza di questa 15 km a tecnica classica.

12.20: Azzurri che prenderanno il via coi seguenti numeri: Rastelli (n.4), Noeckler (n.14), Salvadori (n.15) e De Fabiani (n.23).

12.15:  In casa Italia avremo Federico Pellegrino, Giandomenico Salvadori, Maicol Rastelli, Dietmar Noeckler e Francesco De Fabiani ed in questa specialità, da quest’ultimo, ci si aspetta una prova di livello dopo un’annata decisamente sottotono.

12.11: Proveranno a contrastare il dominio norvegese il canadese Harvey e, interventi della Wada e del Cio permettendo, il russo Ustiugov, secondo nella Coppa del Mondo della passata stagione e competitivo sia nelle sprint che nelle distance. Lo stesso si può dire per il finlandese Heikkinen, specialista delle lunghe distanze e comunque bravo a preparare le gare di un giorno e per il francese Manificat, che ritroveremo protagonista nell’arco di tutta la stagione.

12.10: 20′ al via della 15 km a tecnica classica. Norvegia pronta a fare la voce grossa anche tra gli uomini. Una squadra che dispone di campioni affermati come Johnsrud Sundby, dominatore delle ultime tre stagioni, senza dimenticarci di Krogh, Golberg, Iversen e fari puntati sul giovane trionfatore della sprint Johannes Hoesfiot Klaebo, fenomenale nel proprio incedere.

11.58: Appuntamento alle 12.30 per l’inizio della 15 km a tecnica classica maschile.

11.53: Terminata ufficialmente ora la 10 km a tecnica classica femminile di Ruka (Fin): vince dunque Marit Bjoergen in 25’07″5 con 17″0 di vantaggio sulla svedese Charlotte Kalla e 17″8 sull’altra norvegese Oestberg. 54° posto finale per la nostra Ilaria Debertolis a 2’19″4 dalla vetta.

11.42: Mancano 20 atlete all’arrivo e la posizione di Ilaria Debertolis peggiora di passaggio in passaggio: 51esima attualmente.

11.36: 40esima piazza per la Debertolis con 2’19″4 per l’azzurra, autrice di una prestazione non certo esaltante.

11.34: Seconda posizione per Charlotte Kalla che perde moltissimo negli ultii 2 km nei quali Marit Bjoergen ha fatto la differenza: 17″0 il ritardo della svedese. Successo dunque per la norvegese davanti alla svedese ed alla Oestberg (Norvegia) con 17″8 dalla Bjoergen. Un podio che, salvo sorprese, non dovrebbe più cambiare!

11.30: Tutti in attesa dell’arrivo della svedese Charlotte Kalla…al momento podio tutto norvegese con Bjoergen, Oestberg e Weng.

11.29: Debertolis attualmente 27esima all’arrivo con 2’19″4 di ritardo dalla vetta mentre Kalla passa ora al rivelamento degli 8.1 km con 1″0 di ritardo. Vedremo la svedese come saprà chiudere nel finale.

11.27: Siamo all’arrivo e la Bjoergen si piazza davanti a tutte con il crono di 25’07″6 con 17″8 di vantaggio sulla connazionale Oestberg e 34″ sulla Weng. Solo la svedese Kalla può rompere il podio tutto della Norvegia.

11.23: Ai 6.2 km passa anche Charlotte Kalla che perde molto rispetto all’ultimo rilevamento conservano la tesa però con appena 6 decimi di secondo di vantaggio sulla Bjoergen nel frattempo giunte al traguardo la norvegese Oestberg a precedere di 18″6 la Stadlober che nel finale è calata moltissimo.

11.22: Debertolis 37esima al passaggio dei 6.2 km con 1’20″7 di ritardo dalla vetta.

11.19: Situazione che non cambia ai 6.2 km con Bjoergen davanti a tutte con il crono di 15’33″9 con 9″4 su Stadobler e 9″8 su Weng ma ATTENZIONE!!! La svedese Charlotte Kalla ottiene il miglior tempo a metà a gara in 12’29″4 con 6″3 di vantaggio sulla norvegese. Protrebbe essere lei l’anti-Norvegia?

11.16: Sono ben 5 le norvegesi nei primi 6 posti di questa 10 km a tc femmiinile al passaggio di metà gara. Bjoergen conduce ed è l’austriaca, come detto in precedenza, ha rotto il treno norvegese.

11.13: Al passaggio di metà gara Bjoergen si conferma davanti a tutte con il crono di 12’35″7 con 2″9 di vantaggio sull’austriaca Stadlober e 6″2 sull’altra norvegese Weng (6″2). Continua dunque a stupire la seconda classificata mentre l’azzurra Debertolis è 27esima a 57″0 dalla leader.

11.09: Arriva la zampata della Bjoergen che si porta avanti a tutte con 2 decimi di secondo di vantaggio sull’austriaca Stadlober e 1″4 su Weng. Distacchi davvero minimi tra le prime con Ilaria De Bertolis 29esima a 31″4.

11.04: La finlandese Saarinen si conferma la più veloce al passaggio dei 3.1 km con il crono di 8’20″2 con appena 2 decimi di vantaggio però sulla Falla e 6″1 sulla nipponica Ishida. Debertolis 19esima a 27″8 dalla vetta.

11.02: C’era attesa per Marit Bjoergen e Heidi Weng, le due grandi favorite della vigilia: secondo e terzo crono per le due norvegesi al rivelamento del 1.2 km con 1 decimo ed 1 secondo di ritardo. Davvero un nulla.

10.58: Cambia la graduatoria al passaggio del km 1.2 con la finlandese Saarinen in 2’43″9 a prendersi la vetta con 3″4 sulla norvegese Falla e 3″4 sempre sulla nipponica Ishida. Solo 23esima la nostra Debertolis con 13″4 di ritardo al primo rilevamento.

10.55: Sempre la giapponese Ishida davanti a tutte nel primo rilevamento chilometri degli 1.2 km.

10.52: 10.50: Al km 1.2 è la giapponese Ishida davanti a tutte con il crono di 2:47.3 a precedere 1″8 la tedesca Henning e di 2″8 la norvegese Weng. Nel frattempo partita la nostra Debertolis.

10.48: Partite una delle grandi favorite, ovvero la norgese Weng che punta a far molto bene in questa 10 km a tc.

10.45: Iniziata la 10 km tc femminile con la partenza della francese Claudel! La nostra Debertolis partirà con il pettorale n.15.

10.40: Tra 5′ avrà inizio la 10 km a tecnica classica femminile ed apprestiamoci a vivere un dominio tutto norvegese qui a Ruka con la nostra Ilaria Debertolis che proverà a difendere i colori dell’Italia.

 

Foto: Valerio Origo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top