Hockey ghiaccio, Euro Ice Hockey Challenge 2017: una vittoria e due sconfitte per un’Italia molto giovane. Positivo l’inizio del nuovo coach Clayton Beddoes

Italia-Kazakistan-hockey-su-ghiaccio-preolimpico-oslo-2016-foto-carola-semino-per-OA.jpg

SI è concluso ieri l’Euro Ice Hockey Challenge di novembre, organizzato a Budapest e in cui l’Italia ha partecipato sfidando nell’ordine Giappone, Ungheria e Polonia. Il bilancio parla di una vittoria contro i polacchi nell’ultima partita e due sconfitte diametralmente opposte nelle prime due gare. Nel complesso, considerando che che si trattava dell‘esordio del nuovo head coach Clayton Beddoes, si può parlare di una spedizione positiva.

L’inizio, tuttavia, non era stato molto convincente. Il Giappone, sulla carta, era nettamente la squadra più debole del girone e la sconfitta per 2-1 in una gara in teoria molto alla portata aveva subito lasciato spazio al pessimismo circa questa Nazionale, per l’occasione farcita di tanti giovani. La reazione è arrivata però nella gara successiva, quella disputata sabato con i padroni di casa dell’Ungheria. La sconfitta per 5-2, nettissima nel punteggio, non è però stata frutto di una brutta prestazione della Nazionale, che si è difesa bene ed è andata più volte vicino alla rete del vantaggio. In entrambe le gare è stato un minuto di blackout totale a condannare gli azzurri alla sconfitta. Sia con il Giappone sia con l’Ungheria, infatti, nell’arco di poco più di sessanta secondi l’Italia ha subito due reti che hanno compromesso entrambe le sfide.

Il successo è arrivato nell’ultimo incontro, quello con la Polonia già sicura del primo posto. La prestazione dell’Italia, però, è stata davvero ottima, con il ct che si è detto molto soddisfatto della crescita mostrata dagli azzurri nel corso del torneo e del ritorno alla vittoria nel tempi regolamentari, successo che mancava dal 2016, soffermandosi poi sulle buone prestazioni fornite dai giovani. A Clayton Beddoes fa eco anche il vice allenatore Giorgio De Bettin: “Contro la Polonia siamo riusciti a capitalizzare quello che non siamo riusciti a fare contro Giappone e Polonia. Ma anche nelle prime due gare abbiamo fatto bene, solo che non siamo riusciti ad essere concreti. La squadra quindi ha dimostrato di saper lavorare anche contro un avversario che non ha mai mollato la presa dimostrando molta energia e voglia di battersi. Dopo questo torneo abbiamo sicuramente una rosa allargata da cui scegliere

L’appuntamento per il prossimo impegno ufficiale dell’Italia è fissato per metà febbraio 2018 in Polonia per un nuovo Euro Ice Hockey Challenge contro i padroni di casa, l’Ungheria ed il Kazakistan: un grande antipasto di quello che saranno i Mondiali di Divisione I – Gruppo A di Budapest ad aprile.

 





andrea.voria@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Carola Semino

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top