Hockey ghiaccio, Euro Ice Hockey Challenge 2017: l’Italia perde 2-1 con il Giappone, brutto esordio per il nuovo ct Clayton Beddoes

hockey-ghiaccio-italia-foto-facebook-fisg.jpg

Brutto esordio per l’Italia all’Euro Ice Hockey Challenge di Budapest con una sconfitta per 2:1 contro il Giappone che realizza i due goal in rapida sequenza in poco più di un minuto dopo metà gara. Assalto finale dell’Italia che dimezza lo svantaggio con Alex Frei al 58’ ma non basta per avere ragione dei nipponici. Il nuovo head coach Clayton Beddoes perde così all’esordio nella sua nuova panchina, dopo essere subentrato a fine estate a Stefan Mair.

Il match inizia con diversi minuti di studio e poche occasioni, derivanti principalmente da qualche percussione in velocità, come quelle di Furuhashi da una parte e Frigo dall’altra. Un primo power play per gli azzurri viene sprecato senza creare troppo, mentre nella superiorità giapponese è l’Italia a rendersi pericolosissima: al 12.30 (con Frigo in panca puniti) controfuga perfettamente lanciata da Traversa ma non chiusa da Frei, che non controlla e spreca. Il gioco rimane veloce ma con diversi errori da entrambe le parti, dunque non c’è grosso lavoro per i portieri. Questo anche perché al 17.24 il giapponese Terao si inventa una grande azione personale ma viene fermato al meglio da De Filippo che salva gli azzurri e manda le squadre al primo riposo sullo 0-0.

Nella seconda frazione i ragazzi di Beddoes devono soffrire in apertura complici due inferiorità numeriche (Frigo e Schweitzer) pressoché consecutive. Intorno a metà frazione pericolosa azione di Diego Kostner per l’omonimo Simon ma la conclusione viene parata da Narisawa, quindi un altro power play non viene sfruttato a dovere dall’Italia, mentre intorno al 32esimo minuto è ancora Diego Kostner a rendersi pericoloso sparando alto da ottima posizione. Al minuto 33.23 colpisce il Giappone: errore in liberazione di Hofer, il disco viene intercettato da Takagi che serve Irikura, il quale pesca l’accorrente Furuhashi che al volo fa secco De Filippo. Dopo soli 62 secondi lo scatenato attaccante della quarta linea giapponese raddoppia, trovando un tiro maligno dalla blu che si insacca nel traffico e vale il 2 a 0. Finale di periodo e quarta superiorità non sfruttata dall’Italia.

In apertura di terza frazione gli azzurri sono più incisivi nella manovra ma non riescono a concretizzare davanti porta. Poi con il passare dei minuti la formazione azzurra cerca il gol che riaprirebbe la contesa ma non basta il gran lavoro della prima linea, e anzi si rischia il tris con la controfuga di Saito fermato all’ultimo da De Filippo. Al 57.21 quinta penalità per il Giappone e finalmente l’Italia si sblocca: bel lavoro di Andergassen sulla sinistra, disco al centro per Frei che dalla media distanza spara un preciso polsino nel sette della gabbia nipponica al 58.56. Non serve però il disperato assalto finale, con sei uomini di movimento e la gabbia sguarnita, per riagganciare il match. Termina dunque 2-1 per un cinico Giappone che ha sfruttato il rapido uno-due firmato Furuhashi contro una Nazionale azzurra che ha lavorato tanto ma non ha raccolto in attacco. Prossimo appuntamento per l’Italia: sabato 11 novembre alle 19.00 contro i padroni di casa dell’Ungheria.

Il Tabellino

Giappone – Italia 2:1 (0:0, 2:0, 0:1)
Marcatori: 33:23 (1:0) Makuru Furuhashi (Kenta Takagi, Taiga Irikura); 34:25 (2:0) Makuru Furuhashi (Ryo Hashimoto); 58:56 (2:1) Alex Frei in sup.num (Raphael Andergassen);

Giappone: Yuta Narisawa 60:00 (Yutaka Fukufiji); Seiya Hayata – Ryuichi Kawai; Ryo Hashiba – Mei Ushu; Goshi Kumagai – Hiroshi Matsui; Ryo Hashimoto – Hiroto Sato; Yushi Nakayashiki – Tetsuya Saito – Kenta Takagi; Takuma Kawai – Shogo Nakajima – Yuri Terao; Tomoya Echigo – Kohei Mitamura – Ryo Hashimoto; Makuru Furuhashi – Taiga Irikura – Hiromichi Terao; Allenatore: Yuji Iwamoto;

Italia: Marco De Filippo 58:56 (Gianluca Vallini); Luca Zanatta (capitano) – Armin Hofer; Jan Pavlu-Stefano Marchetti (ass. capitano); Daniel Glira – Alex Trivellato (ass. capitano); Roland Hofer-Michael Angelo Zanatta; Luca Frigo-Diego Kostner-Simon Kostner; Alex Frei-Tommaso Goi-Michele Marchetti; Tommaso Traversa-Raphael Andergassen-Viktor Schweitzer; Matthias Mantinger-Edoardo Caletti-Alex Lambacher; Allenatore: Clayton Beddoes; Assistente allenatore: Giorgio De Bettin.

andrea.voria@oasport.it

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FISG Facebook

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top