Basket femminile, sesta giornata Serie A1 2017-2018: Venezia, Schio e Lucca proseguono in testa. San Martino prova a tenere il passo

Venezia-Basket-femminile-2-Ettore-Griffoni.jpg

Basket Serie A1 Femminile 2017/2018 - Reyer Venezia vs Techedge Broni


Al termine della sesta giornata della Serie A di basket femminile 2017-2018 c’è sempre un terzetto al comando, composto da Venezia, Schio e Lucca. Tutte e tre hanno vinto i rispettivi incontri, rimanendo al primo posto con 10 punti, frutto di cinque vittorie ed una sola sconfitta fin qui. Alle loro spalle, però, il Fila San Martino prova a tenere il passo, a sole due lunghezze di distanza.

Il weekend è stato aperto dalla sudata vittoria di Schio contro Vigarano. Dopo una bella partenza del Famila, le ospiti hanno preso il largo, imbrigliando le venete nella loro zona difensiva. Dopo il -11 (30-41) dell’intervallo però, ecco che Schio si è svegliata nel secondo tempo, complice un tecnico fischiato a coach Vincent. Cecilia Zandalasini è salita in cattedra segnando 10 punti nel terzo periodo (20 in totale), le compagne hanno stretto le viti in difesa e il Famila ha vinto per 76-64 (46-23 il parziale del secondo tempo).

Vittoria sudata anche per Lucca, che ha espugnato Ragusa in volata. Una partita per cuori forti, vissuta sul filo dell’equilibrio. Le siciliane hanno perso Ndour all’inizio del terzo quarto, espulsa dopo una combinazione antisportivo-tecnico (quarto e quinto fallo). Un’esclusione che ha caricato le compagne, che hanno provato la fuga. Lucca, però, nonostante l’assenza di Udodenko e i problemi di falli di Roberts, è riuscita a rimontare ed operare il sorpasso ad 11″ dalla fine con Binta Drammeh (19 punti). Alessandra Formica (13 punti) ha quindi pareggiato i conti e con 7″ sul cronometro è stata ancora la svedese a dare la vittoria alle campionesse d’Italia (56-58).

Equilibrio anche a Broni, dove San Martino ha vinto per 61-64 al termine di una partita molto combattuta. Sono state le padrone di casa a condurre per gran parte del match, ma le ospiti sono riuscite a non perdere contatto, piazzando la zampata nel finale, con un parziale di 10-0 guidato da Jasmine Keys (11 punti) e Jasmine Bailey (10 punti). A Broni non sono bastati 21 di Julie Wojta. Nel derby campano, invece, Napoli ha battuto per 62-67 una Battipaglia incapace di vincere. La Dike pareva poter vincere agevolmente ma ha dovuto subire il ritorno della Treofan, giunta fino al pareggio a cinque minuti dalla fine. Alla fine, però, la sontuosa prova di Gillian Harmon (27 punti, 7 rimbalzi, 4 recuperi e 4 assist) ha dato la vittoria a Napoli.

La giornata, poi, è stata chiusa dal posticipo tra Venezia e Torino. Un incontro atteso, che però ha deluso le aspettative. Non c’è stata gara: la Reyer ha vinto per 87-52, lanciando un chiaro segnale al campionato. È bastato un timeout di coach Liberalotto sull’11-15 per svegliare le lagunari, che da lì non si sono più fermate. All’intervallo il tabellone recitava 42-27. Venezia ha quindi sfondato i 30 punti di vantaggio, fino all’87-52 finale. Per la Reyer 19 punti di Riquna Williams e 13 di Valeria De Pretto. Il campionato ora vivrà una pausa per lasciare spazio alle Nazionali e riprenderà il 19 novembre con la 7a giornata.

 

I risultati della 6a giornata della Serie A di basket femminile

Famila Wuber Schio – Meccanica Nova Vigarano 76 – 64
Treofan Battipaglia – Saces Mapei Givova Dike Napoli 62 – 67
Passalacqua Trasporti Ragusa – Gesam Gas&Luce Lucca 56 – 58
Pall. Femm. Broni 93 – Fila San Martino 61 – 64
Umana Reyer Venezia – Fixi Piramis Torino 87 – 52

La classifica

Umana Reyer Venezia 10
Famila Wuber Schio 10
Gesam Gas&Luce Lucca 10
Fila San Martino 8
Passalacqua Trasporti Ragusa 4
Meccanica Nova Vigarano 4
Fixi Piramis Torino 4
Pall. Femm. Broni 93 4
Saces Mapei Givova Dike Napoli 4
Treofan Battipaglia 0

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL BASKET

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Ettore Griffoni

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top