Basket femminile, Qualificazioni Europei 2019: l’Italia cede malamente alla Croazia, qualificazione già molto difficile

Dotto-Italia-Basket-Femminile-Credit-Ciamillo-e1510782344447.jpg

Brutta sconfitta per l’Italia nella seconda partita delle qualificazione agli Europei 2019. A San Martino di Lupari, le azzurre sono state sconfitte per 71-83 dalla Croazia, complicando notevolmente il cammino verso la rassegna continentale. Dopo un buon inizio la squadra di Marco Crespi si è letteralmente inceppata, non riuscendo a contrastare una straordinaria Marija Rezan, autrice di 35 punti.

L’Italia inizia in modo aggressivo. L’indicazione di Crespi alle azzurre è chiara, accelerare appena possibile: è Dotto ad assumersi il compito, mentre a segnare ci pensano Zandalasini (8 nel primo quarto, 17 alla fine) e Cinili (11-2). La Croazia ci mette un po’ ad entrare in partita e quando lo fa si affida soprattutto a Rezan, incontenibile in area. Il centro croato chiude i primi dieci minuti con 9 punti, 4 rimbalzi e 5/5 dalla lunetta, consentendo alla sua squadra di rimanere in scia (21-16). Le azzurre provano a mantenere alta l’aggressività e tentano la fuga, guidate dall’asse Dotto-De Pretto in contropiede.

Sul più bello, però, l’Italia si inceppa e inizia a scivolare verso il baratro. Errori e palle perse consentono alla Croazia di rimanere in partita senza le sue due stelle (Sandric e Rezan). Se le azzurre mantengono il vantaggio all’intervallo (32-30), crollano ad inizio ripresa, con le prime triple della partita di Dojkic e Sandric. Due tiri che aprono la difesa dell’Italia, fino a quel momento perfetta nel proteggere l’area: le azzurre si scoprono e Rezan banchetta al centro del pitturato, segnando 13 punti nel terzo periodo. Quando non è lei a segnare allora ci pensano Premasunac e Sandric.

L’Italia, scossa anche dal colpo subito al volto da Zandalasini, costretta a rimanere fuori qualche minuto, sprofonda oltre la doppia cifra di svantaggio (47-58). La Croazia vola anche sul +14, massimo vantaggio (49-63), ma nel finale arriva la reazione d’orgoglio delle azzurre, spinta da Sottana (25 punti) e complice il bonus speso molto presto dalle croate. Lo svantaggio arriva fino al -7 a 2′ dalla fine ma un gioco da tre punti concesso a Rezan spezza le gambe alle azzurre. La Croazia vince 71-83.

Si complica notevolmente così il cammino dell’Italia verso la qualificazione agli Europei del 2019. La squadra di Crespi, che oggi ha mostrato tutte le sue debolezze nel reparto lunghe, si trova al secondo posto a pari punti con la Croazia, alle spalle dell’imbattuta Svezia. Le scandinave, che possono contare sulla temibile Amanda Zahui, saranno le prossime avversarie dell’Italia, a febbraio, in trasferta. Il cammino è ancora lungo e c’è molto da giocare, ma le azzurre non possono più sbagliare.

 

Il tabellino

Italia – Croazia 71-83 (21-16, 11-14, 15-28, 24-25)

Italia: Gorini n.e., Sottana 25, Zandalasini 17, Dotto 7, Masciadri, Formica 4, De Pretto 8, Crippa 5, Bestagno, Cinili 4, Andrè, Kacerik 1

Croazia: Begic 2, Buzov n.e., Sandric 22, Premasunac 8, Todoric, Rezan 35, Miloglav, Dzankic n.e., Slonjsak, Dojkic 16, Bura, Miletic

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL BASKET

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top