Badminton, analisi Mondiali juniores: gli azzurrini migliorano, ma resta tanto da lavorare

Toti-Ruiz-Caponio-BadinmtonItalia.jpeg

Identico destino in singolare, qualche soddisfazione in più in doppio: si potrebbe riassumere così il Mondiale Juniores di Badminton di Fabio Caponio e Giovanni Toti che si è chiuso ieri con l’assegnazione dei cinque titoli, ma che per gli azzurrini si è chiuso mercoledì.

Gli italiani sono stati eliminati al secondo turno (ovvero i 64.mi) in singolare, ed al terzo (ovvero i 16.mi) in doppio, dove, essendo la testa di serie numero 16 hanno usufruito di un bye al primo turno. Entrare tra le prime 32 coppie al mondo è stato un buon traguardo, considerando anche che soltanto dieci di queste erano europee.

Sicuramente i benefici ottenuti da questa esperienza potranno essere già visibili molto presto: Giovanni Toti infatti sarà impegnato nel percorso di Qualificazione agli Youth Games di Buenos Aires 2018, unico azzurro a tentare la l’accesso alla prestigiosa competizione.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: BadmintonItalia

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL BADMINTON

roberto.santangelo@oasport.it

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top