Tour de France 2017: Michael Matthews vince a Rodez! Fabio Aru perde la maglia gialla, Froome torna padrone

bling-e1497282456734.jpg

Una frazione che si è accesa nel finale e purtroppo non ha sorriso ai colori italiani e soprattutto a Fabio Aru. I 181 chilometri da Blagnac a Rodez hanno portato finalmente Michael Matthews alla vittoria, mentre Aru ha perso 25” da Chris Froome sullo strappo finale perdendo la maglia gialla di leder della classifica generale, ora indossata dal britannico.

Pochi fronzoli nelle prime fasi e la fuga si è staccata già al primo chilometro di corsa, composta da Thomas Voeckler (Direct Energie), Timo Roosen (LottoNL-Jumbo), Thomas De Gendt (Lotto-Soudal) e Maxime Bouet (Fortuneo-Oscaro). Il gruppo si è rialzato e quando il ritardo è salito a cerca 1′ ha contrattaccato Reto Hollenstein (Katusha), che pur con uno sforzo intenso è riuscito a riportarsi sulla testa della corsa.

Il plotone ha sempre controllato i fuggitivi: Sunweb, Bmc e Bahrain-Merida hanno tenuto basso il distacco, che no ha mai superato i 3′, andando a stabilizzarsi sui 2′ nella fase centrale di corsa. Nel finale, invece, il percorso si è fatto più mosso e insidioso, con due Gpm piuttosto facili ma 50 chilometri conclusivi praticamente privi di pianura. In questo scenario Thomas De Gendt si è esaltato e uno dopo l’altro ha staccato tutti i compagni d’avventura della prima ora, lanciandosi in un tentativo solitario destinato a fallire.

Il belga, comunque, è riuscito a resistere per un buon lasso di tempo prima di alzare bandiera bianca a 13 chilometri dalla conclusione. Una volta ripreso il corridore della Lotto Soudal hanno provato ad avvantaggiarsi Lammertink (Katusha-Alpecin), Damiano Caruso (Bmc), Arndt (Sunweb) e Périchon (Fortuneo-Oscaro), con il Team Sky che si è incaricata dell’inseguimento di questo quartetto ripreso a cavallo del cartello dei 5 chilometri al traguardo.

Ai piedi dell’ultimo strappo Oliver Naesen (AG2R) ha provato ad allungare ma Philippe Gilbert (QuickStep-Floors) gli ha preso la ruota e ha fatto la selezione decisiva: alle sue spalle si sono messi Greg Van Avermaet (Bmc) e Michael Matthews (Sunweb), i grandi favoriti di giornata. L’australiano a circa 200 metri dalla conclusione ha lanciato la sua volata, andando a vincere e precedere Van Avermaet e Boasson Hagen (Dimension Data), mentre Gilbert ha chiuso quarto. Sesta posizione per Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida), che finalmente è riuscito ad esprimersi su buoni livelli in questo Tour de France.

Scossone importante, però, anche in classifica generale: Chris Froome, infatti, è stato molto attento nel finale supportato dal suo compagno al Team Sky Michal Kwiatkowski, chiudendo settimo ad un solo secondo da Matthews, nel primo gruppo. Fabio Aru, invece, ha percorso tutti i chilometri conclusivi nelle ultime posizioni del plotone e sul traguardo ha pagato 26”, consegnando così la leadership in classifica generale al britannico. Ora il sardo deve recuperare 19”, mentre Romain Bardet (AG2R) e Rigoberto Uran (Cannondale Drapac) sono rispettivamente a 23 e 29” da Froome.

Twitter: @Santo_Gianluca

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Davy Rietbergen/Cor Vos © 2017

Lascia un commento

Top