Superbike, gara-2 Round USA 2017: Jonathan Rea vola a Laguna Seca e domina davanti a Sykes e Davies, Melandri fuori dal podio

Jonathan-Rea-Pier-Colombo.jpg

Se ieri Chaz Davies (Ducati) ha fatto la voce grossa in gara-1, oggi Jonathan Rea (Kawasaki) non ha voluto lasciare scampo agli avversari, dominando il GP degli Stati Uniti di Laguna Seca grazie ad una prestazione impressionante sin dal via. Completano il podio il suo compagno di scuderia, Tom Sykes, che non ha avuto modo di opporre resistenza, davanti a Chaz Davies (Ducati) e Marco Melandri (Ducati).

Dalla griglia di partenza partivano davanti a tutti Melandri, Xavi Forès (Ducati) e Leon Camier (MV Agusta), seguiti da Jordi Torres (BMW), Michael van der Mark (Yamaha) e Leandro Mercado (Aprilia), quindi Sykes, Rea e Davies. Melandri scatta in maniera perfetta, ma Sykes cattivissimo lo passa in curva 3, con Rea che al “Cavatappi” passa Forès ed è subito terzo. All’ultima curva il nord-irlandese attacca il romagnolo e non gli lascia scampo. Poco più di tre chilometri e le due Kawasaki sono già davanti a tutti.

Melandri, che appariva in gran spolvero, getta tutto alle ortiche in curva 4 del secondo giro, andando lungo e perdendo altre sei posizioni. Davanti le due Kawasaki fanno il vuoto con Rea che gira in 1:23,275 (nuovo record della pista) staccando Forès di un secondo e mezzo. Quarto è Davies davanti a Torres e Mercado Melandri passa Camier e torna in ottava posizione.

Rea si sbarazza di Sykes e prosegue a martellare davanti a tutti. Forès e Davies provano a forzare per non perdere definitivamente il contatto dai primi, mentre Melandri supera Laverty e Mercado in poche curve e diventa sesto. La rimonta di Melandri è rabbiosa e, dopo aver saltato anche Torres, si mette in quinta posizione. Davanti a lui il derby Ducati tra Davies e Forès, mentre Rea mette un secondo tra sé e Sykes che a sua volta gestisce quasi due secondi sugli inseguitori.

All’inizio del settimo giro Davies infila Forès all’uscita di curva 1 e prova a mettersi in caccia del duo della Kawasaki che, tuttavia, hanno un buon margine di vantaggio. Rea chilometro dopo chilometro amplia il suo vantaggio su Sykes portandolo a un secondo e mezzo, mentre saluta la gara Torres, che scivola all’attacco di curva 1. Pochi istanti dopo lo imita Camier che deve ritirarsi per un problema tecnico finendo nella sabbia di curva 5.

A metà gara Rea continua a spingere e fa segnare un altro 1:23.3 riuscendo ad allungare sul compagno di scuderia a quasi tre secondi, per mettere in chiaro che questa gara-2 se la vuole portare a casa. A 13 giri dalla fine Melandri si rimette in quarta posizione, superando un Forès autore di diversi errori e in chiara difficoltà con la sua moto, spremuta nella prima fase di gara. I migliori quattro si rimettono, dunque, nelle consuete posizioni con il solo Davies che ha ancora chance di raggiungere chi lo precede, ovvero Sykes, distante circa tre secondi.

Il portacolori della Ducati inanella una serie interessante di giri e lima qualche decimo di distacco nei confronti di chi lo precede, portandosi a 1,6 secondi a 7 tornate dalla conclusione. Il ducatista ce la mette tutta e riduce fino a 1,1 secondi a 4 giri dal termine, mentre finisce la gara anche di Ayrton Badovini (Kawasaki) per colpa di una caduta.

Mentre la cavalcata vincente di Rea procede senza alcun problema, dietro di lui Davies non molla di un centimetro ed al penultimo giro si spinge a 8 decimi da Sykes, provando il tutto per tutto. Tentativo che, tuttavia, non sortisce effetti e non riesce a evitare l’ennesima doppietta Kawasaki di questo 2017. Per Rea ancora una vittoria (la nona stagionale) e titolo Mondiale sempre più ad un passo. Secondo Sykes davanti a Davies e Melandri, quinto Forès a 22 secondi, quindi Mercado, il nostro Savadori ottimo ottavo, Alex Lowes nono e van der Mark decimo.

ORDINE DI ARRIVO GARA-2 GP STATI UNITI SBK

1 2 1 J. REA GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 25 1’23.275 259,5 1’22.566 251,6 20 25 341 1
2 1 66 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 25 2.887 1’23.564 254,6 1’22.476 251,0 16 20 2
3 3 7 C. DAVIES GBR Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 25 4.847 1’23.457 257,6 1’22.883 252,8 25 16 226
4 4 33 M. MELANDRI ITA Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 25 17.159 1’23.831 258,3 1’23.077 254,6 
5 7 12 X. FORÉS ESP BARNI Racing Team Ducati Panigale R 25 22.741 1’23.718 247,5 1’23.483 242,4 11 11 132 6
6 5 50 E. LAVERTY IRL Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 25 26.377 1’24.381 255,2 1’23.242 254,6 10 89 10
7 6 36 L. MERCADO ARG IODARacing Aprilia RSV4 RF 25 28.475 1’24.505 253,4 1’23.455 250,4 7 9 66 12
8 10 32 L. SAVADORI ITA Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 25 29.718 1’24.539 252,2 1’23.717 250,4 6 8 63 14
9 8 22 A. LOWES GBR Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1 25 33.044 1’24.619 249,2 1’23.553
10 13 60 M. VAN DER MARK NED Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1 25 33.541 1’24.807
11 17 6 S. BRADL GER Red Bull Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR 25 36.756 1’24.684 248,7
12 15 40 R. RAMOS ESP Team Kawasaki Go Eleven Kawasaki ZX-10RR 25 43.031 1’24.952 246,4 1’24.413 244,1 4
13 12 15 A. DE ANGELIS RSM Pedercini Racing SC-Project Kawasaki ZX-10RR 25 47.306 1’24.829 251,6 
14 16 88 R. KRUMMENACHER SUI Kawasaki Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR 25 50.488 1’25.064 248,1
15 18 45 J. GAGNE USA Red Bull Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR 25 51.093 1’25.028 249,2
16 19 96 J. SMRZ CZE Guandalini Racing Yamaha YZF R1 25 59.197 1’25.422 242,4 1’25.125 238,1
17 21 37 O. JEZEK CZE Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10RR 25 1’00.571 1’25.682 245,8 1’25.669 244,7 12 22
————————————————–RITIRATI————————————————-
RET 20 86 A. BADOVINI ITA Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10RR 20 5 Laps 1’25.164 246,9 1’25.303 244,1 
RET 11 81 J. TORRES ESP Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR 7 18 Laps 1’24.255 251,6 1’23.789 247,5 9
RET 9 2 L. CAMIER GBR MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4 7 18 Laps 1’24.403 252,2 1’23.566 248,1
RET 14 35 R. DE ROSA ITA Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR 3 22 Laps 1’25.101 248,7 1’24.311 249,2 

CLASSIFICA MONDIALE WSBK DOPO 9 ROUND:

JONATHAN REA 341 KAWASAKI
TOM SYKES 282 KAWASAKI
CHAZ DAVIES 226 DUCATI
MARCO MELANDRI 189 DUCATI
ALEX LOWES 148 YAMAHA
XAVI FORÉS 132 DUCATI
MICHAEL VAN DER MARK 129 YAMAHA
LEON CAMIER 99 MV AGUSTA
JORDI TORRES 94 BMW
EUGENE LAVERTY 89

 

 

alessandro.passanti@oasport.it

Foto: Pier Colombo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top