Tuffi, Europei Kiev 2017: ORO ITALIA! Bertocchi-Verzotto trionfano nel sincro misto

Bertocchi-Tuffi-Renzo-Brico.jpg

Europeo da comparse? Europeo da protagonisti! L’Italia del dopo Tania Cagnotto è già in vetta al Vecchio Continente. Ieri il quinto posto della giovane coppia Barbu-Pellacani nel team event, a un tuffo dal podio, oggi la medaglia d’oro nel sincro misto 3 metri di Elena Bertocchi e Maicol Verzotto. Lo stesso altoatesino, l’anno scorso a Londra, fu argento in coppia con la fuoriclasse bolzanina.

Maicol Verzotto argento europeo nel sincro misto 3 metri del 2016 con Tania Cagnotto, oggi al commento su RaiSport con Stefano Bizzotto

Maicol Verzotto argento europeo nel sincro misto 3 metri del 2016 con Tania Cagnotto, oggi al commento su RaiSport con Stefano Bizzotto

Podio fattibile, si diceva: sei coppie in gara, azzurri tra i favoriti. E podio è. Anzi, trionfo. Il gradino più alto. L’inno di Mameli che apre a una settimana di belle speranze. Bertocchi-Verzotto, già in gara quest’anno alle World Series, prendono la vetta della gara con il primo tuffo obbligatorio e non scendono mai sotto la seconda posizione nelle cinque rotazioni. Un’imprecisione nella seconda serie, un’altra nel doppio e mezzo indietro carpiato finale (57.60) che rischia di far sfumare l’oro. Ma anche, e soprattutto, 70.68 punti con il triplo e mezzo avanti carpiato, miglior punteggio parziale di tutta la finale.

Con 287.88 punti gli azzurri sono irraggiungibili. Alle loro spalle gli ucraini padroni di casa (Viktoriya Kesar-Stanislav Oliferchyk, 282.96) e i tedeschi Tina Punzel e Lou Massenberg (281.40). A un passo dalla medaglia la Russia di Ekaterina Nekrasova e Ilia Molchanov (280.71). E’ una specialità non olimpica, ma è un oro europeo nonostante il ritiro di Tania Cagnotto. Anche se di Tania – a sorpresa al commento in tv su RaiSport – c’è ancora tanto: il passaggio di testimone con la 22enne lombarda, attesa nei prossimi giorni nella gara individuale da 1 metro (può puntare alla doppietta), e l’esperienza passata del 29enne altoatesino, che proprio nel sincro misto dal trampolino con la sua concittadina ha vinto anche il bronzo mondiale nel 2015.

Sapevamo di poter andare a medaglia ma l’oro è un risultato straordinario – le parole del tecnico federale responsabile della squadra assoluta Oscar Bertone al sito della Federnuoto –. Oltre a noi c’erano altre tre coppie da podio: Ucraina, Germania e Russia. I ragazzi sono stati bravissimi e i meriti vanno divisi equamente. Maicol fin da dicembre si è messo a disposizione dedicandosi esclusivamente al sincro misto con Bertocchi dai tre metri e con Batki dalla piattaforma. Elena quest’anno è cresciuta molto e dopo l’argento di Londra da un metro si è allenata anche sul trampolino da tre provando tuffi con alti coefficienti di difficoltà. Oggi, paradossalmente, il tuffo meno brillante è stato quello che in allenamento riesce meglio, il rovesciato carpiato. Quello probabilmente decisivo, invece, è stato il quarto, il triplo e mezzo avanti dove abbiamo ottenuto più di 70 punti. Siamo ovviamente soddisfatti per questo risultato ma per festeggiare è ancora presto; dobbiamo rimanere concentrati fino alla fine del torneo”.

Top 3 classifica
1. Italia (Bertocchi-Verzotto) 287.88
2. Ucraina 282.96
3. Germania 281.40

I RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top