Tuffi, Europei Kiev 2017: gara regina ad Auffret. Super l’azzurro Vladimir Barbu: è quinto!

Vladimir-Barbu-tuffi-foto-paolo-savio-facebook.jpg

Quinto a un passo dai grandi, ma senza i loro coefficienti di difficoltà. Che bravo Vladimir Barbu, classe 1998, da famiglia rumena da anni a Bolzano, scuola Giorgio Cagnotto, quinto anche agli Europei junior del 2014 e nel team event inaugurale di Kiev insieme a Chiara Pellacani.

La piattaforma maschile, la gara regina che chiude gli Europei 2017, è del francese Benjamin Auffret, 22 anni e due 10 nella verticale (94.05), alla prima medaglia della carriera con 511.75 punti. La Francia apre e chiude la manifestazione continentale. Sul podio con lui il russo Viktor Minibaev (493.25) e il britannico Matthew Lee (485.55).

Ma l’azzurro, che aveva esordito in nazionale maggiore nel 2016 a Londra, è subito lì, con due 9, nessun voto sotto il 7, 84.15 punti nella verticale indietro, 80.85 nell’avvitamento e il suo nuovo record internazionale di 458.35 punti. Paga solo i coefficienti Barbu, ma avrà tempo per rifarsi. Il doppio e mezzo rovesciato (2.8) deve diventare triplo e mezzo (3.4), il triplo e mezzo avanti (3.0) si può trasformare in quadruplo (3.7): così si potrà dare la caccia al podio snobbato dal neo sposo Thomas Daley e prossimo a salutare Sascha Klein, due bronzi mondiali tra il 2011 e il 2013, che ai Mondiali di Budapest darà l’addio all’agonismo.

Decima posizione per l’altro finalista azzurro, Mattia Placidi, classe 1990 da Roma. Due errori in avvio macchiano una prestazione che per il resto premia il suo talento: 377.70 punti per il suo miglior risultato individuale della carriera agli Europei.

I RISULTATI COMPLETI

Classifica finale 10 metri maschile:
1. Auffret (Fra) 511.75
2. Minibaev (Rus) 493.25
3. Lee (Gbr) 485.55
5. Barbu (Ita) 458.35
10. Placidi (Ita) 377.70

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Paolo Savio

Lascia un commento

Top