Golf, European Tour 2017: Felipe Aguilar rovina tutto nell’ultimo giro. Il Lyoness Open va a Dylan Frittelli. Decimo Nino Bertasio

Dylan-Frittelli-Golf-Twitter-European-Tour.jpg

Dylan Frittelli si è aggiudicato il Lyoness Open 2017 (montepremi 1 milione di euro), sfruttando alla grande la debacle del cileno Felipe Aguilar, in testa sin dal primo giro ma scioltosi sul più bello. Il giocatore sudamericano infatti, nonostante il birdie iniziale, è stato aggianciato dal rivale alla terza buca, lasciandogli poi strada senza praticamente opporre resistenza. Aguilar ha totalizzato ben sei bogey, chiudendo l’ultima giornata in 75 colpi, tre sopra il par, e finendo il torneo in decima posizione, con un totale di -6. Mentre il cileno perdeva terreno, ben diverso era il cammino di Frittelli, che ha dato vita insieme al connazionale Jbe Kruger ed al finlandese Mikko Korhonen ad una lotta serratissima sul percorso del Diamond Country Club di Atzenbrugg, Austria.

Frittelli è stato raggiunto in testa all’ottava buca dal giocatore europeo, ma il birdie alla 9, unito al bogey alla 10 di Korhonen, gli hanno dato un vantaggio di due colpi sulla concorrenza. Il sudafricano ha perso l’unico colpo di giornata alla 14, dando la chance al connazionale Kruger, sfruttata alla grande con i due birdie consecutivi alla 15 e alla 16. Frittelli ha riguadagnato la vetta con il birdie alla 16: il colpo perso da Kruger proprio all’ultima buca gli ha consentito di gestire la situazione chiudendo la quarta giornata in 67 colpi ed aggiudicandosi il Lyoness Open, prima vittoria sul tour europeo, con un totale di -12. Kruger e Korhonen hanno quindi chiuso al secondo posto, ad un colpo di distanza, insieme all’inglese David Horsey, autore di un giro in 65 senza alcun colpo perso.

Un altro giocatore di Sua Maestà si è piazzato in quinta posizione. Si tratta di Richard Mcevoy, anche lui grande protagonista oggi. Il suo score infatti, poteva essere decisamente migliore, se non fosse stato per i due bogey nelle due buche finali, che lo hanno costretto al -10 finale, un colpo davanti allo svedese Johan Carlsson, sesto. L’olandese Joost Luiten ha realizzato un gran 66 oggi, con quattro birdie nelle seconde nove, risalendo fino alla settima posizione con un totale di -7. Insieme a lui il danese Lucas Bjerregard e l’austriaco Sepp Straka, secondo stamattina ma sceso a causa del giro in par. Si tratta in ogni caso di un risultato di prestigio per il giocatore di casa.

Ha chiuso il torneo con un ottimo 10° posto Nino Bertasio. L’azzurro è partito benissimo, piazzando cinque birdie nelle prime sette buche. Alla 8 ha poi perso un colpo, recuperandolo subito alla buca successiva. La stessa sequenza bogey-birdie si è poi ripetuta alle buche 14 e 15, per un totale di 67 colpi. Grazie a questo punteggio Bertasio ha così recuperato ben venti posizioni rispetto a ieri, entrando in top ten con -6. Oltre al sopracitato Felipe Aguilar, hanno chiuso decimi anche il cinese Ashun Wu, l’inglese Matt Wallace e l’argentino Ricardo Gonzalez.

 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Twitter European Tour

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top