Volley, World League 2017 – Italia senza tante stelle: dubbi nei reparti, buchi di banda. Zaytsev, Juantorena, Birarelli, Kovar: che assenza. L’analisi dei convocati

Italia-volley-esultanza-Olimpiadi.jpg

Chicco Blengini ha diramato la lista dei 21 convocati per la World League 2017 di volley maschile e l’Italia si ritrova con tantissime assenze rispetto allo squadrone che ha conquistato la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio 2016.

Gli azzurri debutteranno a Pesaro nel weekend del 2 giugno (contro Iran, Polonia e Brasile) prima delle trasferte in Belgio e in Francia, a caccia della qualificazione alla Final Six che sembra comunque molto difficile da raggiungere. Il CT ha infatti deciso di risparmiare Osmany Juantorena (aveva già chiesto un’estate di riposo) ma soprattutto Ivan Zaytsev ed Emanuele Birarelli: allo Zar e al capitano è stato concesso un periodo per rifiatare dopo due stagioni davvero a tutta, si spera di rivederli in campo in vista degli Europei in programma a settembre in Polonia.

Si tratta di tre “buchi” davvero importanti per tutte le dinamiche di gioco, soprattutto nel reparto schiacciatori. Senza Zaytsev e Juantorena, infatti, si poteva puntare sulla coppia composta da Filippo Lanza e Jiri Kovar ma a sorpresa il martello di Civitanova non giocherà la World League. La Lube è lanciatissima anche grazie al suo innesto ma si è deciso di non impiegarlo, probabilmente complice anche la sua fragilità fisica che induce a uno stacco per averlo al meglio in vista della rassegna continentale. La sua esclusione non ha sicuramente motivazioni tecniche visto che Blengini lo vede all’opera tutti i giorni e lo sta impiegando da titolare con il club marchigiano.

L’Italia deve così ricostruire il reparto. Filippo Lanza titolare sicuro, proprio come a Rio, ma accanto a lui si aprono mille domande. Oleg Antonov e Tiziano Mazzone, suoi compagni a Trento, hanno davvero giocato pochissimo in questa stagione. Luigi Randazzo si è reso protagonista di una buona parte finale di stagione a Verona ma con l’azzurro ha sempre faticato. Iacopo Botto (grande cuore di Monza) e Michele Fedrizzi (altalenante nella deludente stagione di Padova) potrebbero essere delle sorprese ma non offrono grandissime garanzie.

 

Per il ruolo di opposto sarà grande ballottaggio tra Giulio Sabbi e Luca Vettori: il capocannoniere della SuperLega contro il giocatore di Modena, apprezzatissimo dai più ma che in Nazionale non mai convinto totalmente. Ci sarebbe bisogno di un bombardiere di razza, soprattutto considerando quanto detto per il reparto degli schiacciatori.

L’intesa con Simone Giannelli, confermatissimo in cabina di regia, dovrà essere eccellente e proprio da lì passeranno alcune delle nostre chance. Al centro scontiamo l’assenza di Birarelli ma l’esperta coppia composta dai veterani Simone Buti (capitano) e Matteo Piano è una garanzia, anche se i due hanno giocato poco in stagione, chiusi rispettivamente a Perugia (Podrascanin/Birarelli) e Modena (Holt/Le Roux). In alternativa si può puntare anche sull’eccellente Davide Candellaro (rivelazione della stagione a Civitanova) o sul giovane Fabio Ricci, ottimo a Ravenna.

Proprio il capitolo giovani è quello dei più interessanti: i palleggiatori Luca Spirito e Riccardo Sbertoli, l’opposto Gabriele Nelli, il già citato centrale Fabio Ricci, il libero Fabio Balaso sono dei validi prospetti. Il libero sarà Massimo Colaci che sarà stimolato dalla concorrenza interna con Nicola Pesaresi mentre Salvatore Rossini non sarà della partita.

 

 

Lascia un commento

Top