Ginnastica, Europei 2017 – La preview delle Parallele: Rebecca Downie cerca il tris d’oro, occhio alle russe e a tante outsider

rebecca-downie.jpg

Gli Europei 2017 di ginnastica artistica sono dietro l’angolo. A Cluj-Napoca (Romania) è tutto pronto per ospitare la massima rassegnale continentale della Polvere di Magnesio. Spettacolo annunciato in una delle grandi culle di questo sport che torna a ospitare la competizione dopo 60 anni dalla prima e unica volta.

Quest’anno sono in palio 5 titoli per quanto riguarda il settore femminile: quello all-around e i quattro delle singole specialità. Non è infatti prevista la gara a squadre che, di riposo nell’anno post-olimpico. Scenderanno in pedana esclusivamente le seniores. Quali sono le favorite di ogni singola gara e chi salirà sul podio? Analizziamole ai raggi X. Arriva il turno delle parallele asimmetriche, nel corso della giornata parleremo delle varie specialità.

 

PARALLELE ASIMMETRICHE:

Sugli staggi ci sarà da divertirsi. Rebecca Downie è la favorita numero 1: Campionessa d’Europa nel 2014 e nel 2016, argento nel 2015. La britannica è un fenomeno naturale e va a caccia del leggendario tris ma la conquista della medaglia d’oro sarà tutt’altro che semplice visto un parterre particolarmente combattivo che potrebbe darle del filo da torcere.

È vero che è assente Daria Spiridonova (iridata in carica) e che manca Aliya Mustafina (Campionessa Olimpica out per maternità) ma le avversarie non mancheranno. Le più temibili sono Natalia Kapitonova, russa fenomenale in questa specialità e dotata di un notevole D Score, e le due tedesche: mancherà Sophie Scheder ma Ellie Seitz (soprattutto) e Kim Bui possono far saltare il banco.

Attenzione anche alle altre due russe Angelina Melnikova ed Elena Eremina, l’ungherese Zsofia Kovacs è cresciuta ulteriormente sotto il profilo del D Score e potrebbe essere la grande sorpresa di questi Europei. La Francia di Melanie De Jesus Dos Santos può essere l’outsider per le Finali, mentre la rumena Larisa Iordache ha trovato un buon feeling con gli staggi ma in questo momento non sembra essere all’altezza delle migliori otto.

Sanne Wevers due anni fa conquistò il bronzo, poi si scatenò alla trave fino a laurearsi Campionessa Olimpica sui 10cm: l’olandese avrà ancora il passo per sorprendere tutti? Grande curiosità sull’ucraina Diana Varinska, le varie Genhart e Derwael possono essere delle outsider al pari di Tabea Alt ma per l’ingresso in Finale i pronostici sono aperti a molteplici soluzioni.

Capitolo Italia. Si può puntare su Giada Grisetti che in questa stagione ha fatto particolarmente bene navigando in zona 14 punti: con un esercizio tirato a lucido se la potrebbe anche giocare per l’atto conclusivo. Lara Mori deve invece reinserire l’uscita per poter ambire a un buon risultato.

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top