Tirreno-Adriatico 2017: Fernando Gaviria batte Peter Sagan in volata e lancia la sfida per la Sanremo

CdRt8_qWoAAjz0U1.jpg

Botta e risposta. Fernando Gaviria lancia un chiaro segnale a Peter Sagan in vista della Milano-Sanremo di sabato vincendo, proprio davanti all’iridato, la sesta tappa della Tirreno-Adriatico 2017, 168 chilometri da Ascoli Piceno a Civitanova Marche con un finale molto simile a quello della Classicissima ormai alle porte.

Come preventivabile, prima parte di gara piuttosto tranquilla. Nei primi chilometri si è sganciata una fuga composta da Ben Gastauer (Ag2r La Mondiale), Davide Ballerini, Raffaello Bonusi (Androni – Sidermec), Simone Andreetta, Mirco Maestri (Bardiani – CSF), Alan Marangoni (NIPPO – Fantini), Jonas Henttala (Novo Nordisk) e Pavel Kochetkov (Katusha – Alpecin). In breve hanno raggiunto i 3′ di vantaggio, ma il gruppo non li ha lasciati andare oltre, con la Dimension Data che ha gestito il ritmo mantenendosi a 2’30” dagli attaccanti. Di fatto fuggitivi e gruppo, da quel momento in poi, sono andati avanti con lo stesso ritmo fino alla fase finale di corsa, in cui poi le squadre dei velocisti hanno aumentato in maniera decisa l’andatura.

Al primo passaggio sul traguardo, 15 chilometri dall’arrivo, il gruppo è transitato con 35” di distacco dai primi. A 9 chilometri dalla conclusione fuggitivi e gruppo hanno iniziato la salita verso Civitanova Alta e proprio dal plotone principale ha attaccato Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida), senza riuscire a fare la differenza ma riportandosi in scia agli attaccanti.

Più deciso, nella seconda parte di salita, l’allungo di Fabio Felline (Trek Segafredo) e Mattia Cattaneo (Androni Sidermec) che si sono riportati su Gasteur e Ballerini, in avanscoperta dai primi chilometri di corsa. In un secondo momento anche Niki Terpstra (QuickStep Floors) si è agganciato ai contrattaccanti, rimasti da solo al comando. Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) ha provato ad attaccare ma Fernando Gaviria (QucikStep Floors) ha prontamente risposto al Campione del Mondo slovacco fermandone il tentativo.

In discesa anche Matej Mohoric (UAE Emirates) si è riportato sul terzetto al comando, ma è caduto nell’ultima curva prima dell’ingresso sul lungomare che ha visto il ricongiungimento tra attaccanti e gruppo a 2 chilometri e mezzo dalla conclusione. In un finale velocissimo, in cui il gruppo si è anche spezzato, Gaviria è riuscito a lanciare lo sprint a circa 200 metri dalla conclusione: Sagan ha provato a superarlo sulla destra, ma il colombiano è riuscito a difendere una mezza ruota di vantaggio sull’avversario per andare a cogliere il primo successo della sua Tirreno-Adriatico. Terza piazza per il belga Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), mentre Matteo Trentin (QuickStep Floors) ha tagliato il traguardo ai piedi del podio. Sesto Elia Viviani (Team Sky), bravo a resistere con i migliori in salita ma ancora non al livello dei migliori allo sprint come spesso gli è successo in questa prima parte di stagione.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Twitter Tirreno-Adriatico

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top