Superbike, Round Aragon 2017: Jonathan Rea vuole proseguire nel suo dominio, ma Chaz Davies ha una buona tradizione nel tracciato spagnolo

17201320_1452202601481323_5557197982705814135_n.jpg

Il Campionato del Mondo di Superbike sbarca in Europa dopo le prime due tappe in Australia e Thailandia. Si va, infatti, in Spagna, a metà strada circa tra Madrid e Barcellona, più precisamente ad Alcaniz, dove ha sede il circuito di Aragon. Il primo GP europeo è sempre un passo importante nel Mondiale che inizierà, quindi, a dare conferme importanti sulla stagione 2017. Una su tutte: proseguirà ancora il dominio di Jonathan Rea e della sua Kawasaki?

Su questa domanda dopotutto ruota gran parte del Mondiale SBK 2017. Se, come tutto sembra proporre, il nord-irlandese continuerà a dimostrarsi di un altro pianeta, questa annata rischia di chiudersi con largo anticipo. Fino ad oggi il portacolori della Kawasaki non solo ha fatto quattro su quattro, in fatto di successi, in questo campionato, ma anche dato la sensazione di non avere letteralmente rivali. I distacchi dei primi due fine settimana parlano chiaro, dato che solo in rare occasioni gli inseguitori hanno potuto vedere il codone della sua Kawasaki fino agli ultimi giri.

Questa eventualità, ovviamente, viene fortemente rigettata da tutti gli inseguitori. Dai ducatisti Chaz Davies (doppietta per lui ad Aragon un anno fa) e Marco Melandri, al compagno di squadra di Rea, Tom Sykes. Soprattutto sulle spalle di questi tre piloti si poggiano le speranze di assistere un Mondiale vivo e combattuto fino alla fine. Proprio per questo la tappa di Aragon sarà doppiamente fondamentale. Per fare un esempio calzante, guardiamo la classifica generale. Rea ha già conquistato 100 punti, mentre Davies è fermo a 70 (Sykes a 62) significa che il Campione del Mondo in carica ha già più di una gara di vantaggio sugli inseguitori. Un gap che, se venisse ulteriormente ampliato, sarebbe quasi impossibile da ricucire.

Il tracciato spagnolo – Inaugurato nel 2009, Aragon è lungo 5,344 chilometri nella versione SBK (5,077 km per la MotoGP) e presenta un totale di 17 curve, 10 a destra e 7 a sinistra. Il layout prevede diversi lunghi rettilinei, specialmente quello che precede l’ultima curva, ma anche numerose curve, molto differenti tra di loro. Sono previste ad ampio raggio, come la 3, la lunghissima 10, oppure l’ultimo curvone, ma ne vediamo diverse altre ad angolo retto, come la 1, dopo un breve tratto dalla partenza, la 12 e la 14 che diventano vere e proprie chicane. Infine i piloti dovranno affrontare alcune curve difficili come la 8-9 (un vero tornantino) la 7, e il tratto 12-15 dove si può fare la differenza. Senza dimenticare diversi sali scendi che rendono questa pista spagnola molto avvincente e complicata.

L’edizione 2016 – Vide un doppio successo di Davies, davanti a Rea e Sykes in Gara1, mentre in Gara2 i due britannici si scambiarono le posizioni.

Il meteo – Le previsioni per questo fine settimana spagnolo in terra di Aragona parlano di rischio di qualche goccia di pioggia nella giornata di venerdì, ma dopo le ore 17.00, dopo tanto sole e temperature di oltre 22°. Per quanto riguarda sabato e domenica, invece, si dovrebbe passare al pieno soleggiato con temperature, rispettivamente, di 18° e 17°. Sarà, invece, protagonista, il vento. Decisamente sostenuto nei due giorni di gara.

CLASSIFICA PILOTI DOPO I PRIMI DUE ROUND:

1. JONATHAN REA 100 KAWASAKI
2. CHAZ DAVIES 70 DUCATI
3. TOM SYKES 62 KAWASAKI
4. ALEX LOWES 49 YAMAHA
5. MARCO MELANDRI 45 DUCATI
6. XAVI FORÉS 34 DUCATI
7. JORDI TORRES 29 BMW
8. MICHAEL VAN DER MARK 27 YAMAHA
9. LEON CAMIER 27 MV AGUSTA
10. NICKY HAYDEN 21 HONDA
11. EUGENE LAVERTY 15 APRILIA
12. MARKUS REITERBERGER 15 BMW
13. ROMÁN RAMOS 13 KAWASAKI
14. ALEX DE ANGELIS 12 KAWASAKI
15. LORENZO SAVADORI 10 APRILIA
16. RANDY KRUMMENACHER 10 KAWASAKI
17. STEFAN BRADL 8 HONDA
18. RICCARDO RUSSO 4 YAMAHA
19. JOSHUA BROOKES 4 YAMAHA
20. ONDREJ JEZEK 3 KAWASAKI
21. AYRTON BADOVINI KAWASAKI 2

CLASSIFICA COSTRUTTORI DOPO I PRIMI DUE ROUND:

1. KAWASAKI 100
2. DUCATI 76
3. YAMAHA 50
4. BMW 32
5. MV AGUSTA 27
6. HONDA 22
7. APRILIA 19

PROGRAMMA DEL FINE SETTIMANA SBK:

VENERDÌ:
09:45-10:45 WorldSBK – FreePractice1
14:30-15:30 WorldSBK – FreePractice2

SABATO:
08:45-09:10 WorldSBK – FreePractice3
10:30-10:45 WorldSBK – SuperPole1
10:55-11:10 WorldSBK – SuperPole2
13:00 WorldSBK – Gara 1

DOMENICA:
09:30-09:45 WorldSBK – WarmUP
13:00 WorldSBK – Gara 2

Foto: Facebook di Jonathan Rea

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top