Sci alpino, Coppa del Mondo 2017: domani gli ultimi supergiganti della stagione, sfida tra Ilka Štuhec e Tina Weirather per il trofeo

Stuhec-2-Pier-Colombo.jpg

Dopo le due discese libere di oggi, saranno i supergiganti di domani a chiudere la stagione della velocità nella Coppa del Mondo di sci alpino 2016/2017.

Sulla pista di Aspen, in Colorado, la gara più attesa sarà quella femminile, visto che la Coppa di specialità è ancora in bilico tra due contendenti, la slovena Ilka Štuhec e la sciatrice del Liechtenstein Tina Weirather. La prima possiede infatti 350 punti contro i 335 della rivale, con solamente quindici lunghezze a separare le contendenti. Una vittoria regalerebbe a Weirather la sfera di cristallo, ma sono molte le combinazioni a lei favorevoli, a patto che la slovena le arrivi dietro.

Tra le pretendenti alla vittoria di tappa ci sarà naturalmente anche l’azzurra Sofia Goggia, reduce dalla doppia vittoria sulle nevi sudcoreane di Jongseon: sia la bergamasca che Elena Curtoni possono inoltre sperare ancora nel terzo posto per quanto riguarda la classifica di specialità, vista l’assenza della svizzera Lara Gut. L’elvetica, attualmente ferma per infortunio, possiede 300 punti, davanti ai 345 di Curtoni, seguita da Goggia (240) e dall’austriaca Stephanie Venier (233), anche lei in corsa per questo obiettivo.

Per quanto riguarda la gara maschile, il trofeo di specialità è oramai matematicamente nelle mani del norvegese Kjetil Jansrud. Gli azzurri Dominik Paris e Peter Fill sono attualmente quarto e quinto nella classifica di specialità, distando rispettivamente sei e tredici punti dalla terza posizione dell’austriaco Hannes Reichelt. Una vittoria o un podio nella gara di domani, naturalmente, sarebbero sinonimo quasi certo di terza posizione nella graduatoria della disciplina per uno dei due interpreti della velocità italiana. La lotta sarà però serratissima, visto che sono una decina gli sciatori che possono ancora sperare aritmeticamente nel podio finale, e neanche il secondo in classifica, il norvegese Aleksander Aamodt Kilde, può dirsi al sicuro.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Pier Colombo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top