Seguici su

Biathlon

OSCAR 2016 – Lo Sportivo Italiano dell’Anno è… La top 15 di OA: Bracciate Imperiali, un doppio oro, stoccate ed emozioni

Pubblicato

il

Federico Pellegrino - sci di fondo - Pentaphoto

 

FEDERICO PELLEGRINO

 

Camoscio delle Alpi. Si arrampica su vette inesplorate, saltella verso traguardi immacolati, pianta la bandiera italiana sulle cime più alte degli sport invernali. Il Re dello Sci di Fondo azzurro si consacra, domina letteralmente le sprint, macina record su record, si mette in mostra firmando cinque vittorie di tappa, brilla a Lenzerheide, firma un’epica doppietta nel giro di sei giorni tra Davos e Dobbiaco, plana su Planica (dove vince anche in coppia con Dietmar Noeckler) e si prende addirittura il lusso di vince in tecnica classica a Canmore, quando ipoteca la conquista della Coppa del Mondo di sprint, primo azzurro di sempre capace di coccolare la Sfera di Cristallo.

Un personaggio a tutto tondo, accompagnato da un talento cristallino curato meticolosamente, lustrato al meglio, accompagnato da una forma sbalorditiva che si è prolungata per tutto l’arco della stagione, culminata con la realizzazione di quel sogno che inseguiva fin da piccolo. Il Predatore delle Piste divora gli avversari e si consacra nella cornice a lui più congeniale.

 

CLICCA SU PAGINA 4 PER LA 13ESIMA POSIZIONE

 

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online