Judo, Fabio Basile: “Vorrei fare l’attore in Gomorra. Tanti non credevano in me”

Il titolo olimpico vinto a Rio de Janeiro potrebbe essere coinciso con l’inizio di una nuova vita per Fabio Basile.

Il 21enne nativo di Rivoli, tornato a Torino dopo un meritato periodo di vacanza, non ha nascosto propositi da attore alla rivista “Chi”: “Mi piacerebbe lavorare in Gomorra. La serie mi piace molto per come è recitata“.

Salito al quinto posto del ranking mondiale, Basile non dimentica di essere stato poco considerato per diversi anni dai tecnici della Nazionale: “Per tre anni non sono stato convocato. Dopo la vittoria volevo dire ‘non avete capito un c…’ a chi non credeva in me, ma se non avessi avuto questo stimolo, non so se avrei vinto“.

Ricordiamo che il judoka italiano, a fine 2015, si trovava ampiamente fuori dalla zona qualificazione olimpica. Nel 2016, a suon di risultati (tra cui anche un bronzo agli Europei), si è reso artefice di una scalata incontenibile nel ranking, scavalcando anche il veterano azzurro Elio Verde e meritandosi il pass a Cinque Cerchi. Fino a quella meravigliosa notte d’oro che gli ha cambiato la vita.

federico.militello@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: IJF

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Fabio Basile

ultimo aggiornamento: 31-08-2016


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf, European Tour, si torna a Crans-sur-Sierre: al via l’Omega Masters. Serve un acuto azzurro

Paralimpiadi Rio 2016: Alex Zanardi, l’uomo che ha cambiato il mondo paralimpico in Italia