Tuffi, Grand Prix Rostock: Cagnotto d’argento

Tania-Cagnotto-tuffi-foto-pagina-fina-dpm.jpg

Medaglia d’argento per Tania Cagnotto al Grand Prix di Rostock, primo appuntamento stagionale per la fuoriclasse bolzanina. Dopo aver guidato la classifica in eliminatoria (309.60) e in semifinale (326.05), l’azzurda è stata beffata per venti centesimi in finale da 3 metri dalla sorpresa cinese Qu Lin.

341.25 a 341.05 il punteggio, con Tania in testa a una rotazione dalla fine grazie a un doppio e mezzo rovesciato da 75 punti (miglior tuffo dell’intera finale). Il salto più amato dall’azzurra è apparso quest’oggi come penultimo del programma, un leggero cambio di serie rispetto all’anno scorso in vista di quello più grande, l’inserimento dell’uno e mezzo rovesciato con tre avvitamenti e mezzo (coefficiente 3.5) al posto dell doppio e mezzo avanti con un avvitamento (3.0).

Nell’ultima rotazione, però, la cinese Qu Lin ha saputo approfittare dei 63 punti di Tania Cagnotto con un avvitamento avanti da 70.50 e ha conquistato l’oro aiutata anche dai centesimi, più volte ostili all’italiana in passato. Terza Jennifer Abel (336.30), canadese bronzo nell’ultima Coppa del Mondo che ha sperimentato quest’oggi il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti (dd 3.4).

La giornata si completerà con il sincro maschile da 10 metri: al via i campioni del mondo di Barcellona 2013 Patrick Hausding e Sascha Klein, idoli di casa. Domani Tania Cagnotto tornera in gara con Francesca Dallapè per il primo sincro con il triplo e mezzo avanti carpiato, l’altra novità del nuovo anno per mettere pressione alle rivali in vista di Kazan e Rio.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

scroll to top