Sci di fondo: Pellegrino, una caduta forse decisiva per la Coppa sprint, Hofer non convince

Pellegrino_Federico_2014_3_0.jpg

Finn Haagen Krogh nel week-end di Östersund si è preso tutto. Non ha sbagliato nulla l’eclettico norvegese, capace di trionfare nella sprint a tecnica classica e nella 15 km a skating. Classe 1990, il fondista della contea di Finnmark si è preso pure la leadership nella classifica sprint, scalzando il nostro Federico Pellegrino. A due sprint dal termine (una a skating e una in classico), il 24enne scandinavo dovrà difendere 42 punti, tanti se consideriamo la capacità del norvegese di andare forte in entrambe le tecniche.

Per raggiungere questo traguardo speriamo non risulti decisivo l’errore dell’atleta delle Fiamme Oro nella sprint di sabato. Sicuramente avvantaggiato dalla doppia caduta norvegese nella batteria, il valdostano è incappato tuttavia nello stesso errore in semifinale, quando sarebbe bastato arrivare terzo per accedere al turno decisivo.

Spostandoci alla prova distance di ieri, chi si aspettava Roland Clara nella top ten è rimasto deluso. Attenzione tuttavia a valutare negativa la prova dell’altoatesino, 17° in un percorso relativamente facile e quindi poco adatto alle caratteristiche del carabiniere. Se la medaglia appare lontana, un piazzamento nei dieci a Falun è certamente nelle corde dello stambecco trionfatore sul Cermis.

Non ha brillato Francesco De Fabiani. Il talentuoso azzurro si è difeso nella prima parte di gara per poi crollare nella seconda, condizionato da qualche problema fisico accusato alla vigilia. Ennesima gara da dimenticare invece per David Hofer. La pessima prestazione dell’altoatesino lascia tante domande in sospeso all’interno della squadra. Chi affiancherà Pellegrino nella team sprint? Chi sarà il quarto frazionista della staffetta? Se nel primo caso sarà con tutta probabilità Dietmar Noeckler ad affiancare Pellegrino (i due peraltro sono già saliti sul podio), per quanto riguarda la staffetta invece non è da escludere a questo punto proprio l’utilizzo del 24enne sprinter valdostano. Con Di Centa indisponibile per la staffetta (leggi qui), la scelta dell’erede di Cristian Zorzi sembra obbligata.

Foto fisi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top