Volley, SuperLega – Trento Campione d’Inverno! Modena ko con Macerata, 4 squadre in 3 punti!

Filippo-Lanza-SuperLega-volley.jpg

Trento è Campione d’Inverno! Al termine di due incontri scoppiettanti, l’ultima giornata del girone d’andata di SuperLega (il massimo campionato italiano di volley maschile) ha emesso il suo verdetto più importanti.

I dolomitici, infatti, vincono agevolmente contro Piacenza e riescono ad agguantare l’ex-capolista Modena, sconfitta da Macerata al tie-break. Le due squadre chiudono la prima parte di campionato a pari punti (30), ma i ragazzi di Stoytchev hanno vinto un incontro in più (11 contro 10) e possono così festeggiare.

Gli ex Campioni del Mondo completano così il rimontone sui gialloblu, al comando fin dalla prima giornata ma scivolati durante l’ultima settimana quando hanno incontrati le big della Serie A. Il ritorno del coach bulgaro e di Kaziyski ha riportato entusiasmo nella piazza più a Nord del nostro Paese, i canarini piangono proprio sul più bello ma hanno ribadito le loro potenzialità per stare al vertice e i cucinieri si portano a due punti dalla vetta.

Perugia approfitta dell’incrocio di questi due risultati, sconfigge l’arrembante Molfetta con fatica e si riporta a soli tre punti dalla capolista! La SuperLega, al giro di boa, può così vantare quattro squadre racchiuse in sole tre lunghezze, a riprova del grande spettacolo ed equilibrio al vertice.

Ravenna non ha problemi contro Milano ed è l’ultima squadra qualificata alla Coppa Italia.

 

Trento è trascinata dalle sue rinomate bocche da fuoco: ancora strepitoso Nemec (17 punti, 4 aces), Lanza carbura nella seconda parte del match e chiude con 16 punti all’attivo, 12 marcature anche per Kaziyski. Piacenza vende cara la pelle solo nel terzo set, il miglior marcatore è il cubano Poey (14) che aveva contribuito a far rialzare il club emiliano dopo un mese di novembre davvero difficile.

I Campioni d’Italia 2013, dopo l’ultima stagione particolarmente difficile, ritrovano il bandolo della matassa e ritornano laddove sono stati abituati a stare nell’ultimo decennio.

 

Macerata vince il big match contro Modena, alzando le braccia al cielo dopo due sconfitte consecutive in campionato. I Campioni d’Italia hanno saputo rimontare da 1-2, mandando in visibilio il Fontescodella nel quarto e quinto set letteralmente dominati. A dominare la scena è stato un magistrale Marko Podrascanin, autore di 7 muri (16 punti totali); Bartosz Kurek ha probabilmente giocato la miglior partita della stagione (17 punti, 3 aces, 2 muri); da rimarcare anche l’ottima prova in ricezione di Parodi, condita da 15 segnature.

Modena ci ha creduto ed è comunque stata all’altezza, ha dimostrato superiorità nel secondo e terzo parziale (vinti di slancio), ma poi è crollata alla distanza sotto i colpi a muro degli avversari. Bruninho ha provato a servire in maniera eguale tutte le sue bocche da fuoco: 14 punti per Vettori e Petric, 13 per Ngapeth e Verhees, ma ai canarini è mancato il servizio, loro punto di forza.

Dopo nove vittorie consecutive (otto per 3-0), i ragazzi di Lorenzetti hanno accusato il contraccolpo quando hanno dovuto affrontare le big una dietro l’altra: sconfitta per 3-0 contro Trento, vittoria sofferta per 3-2 su Verona (annullati diversi match-point nel quarto parziale) e infine il ko odierno. Tre punti raccolti in tre partite, con due sconfitte sulle spalle.

 

Perugia ha perso il primo set contro Molfetta, virtualmente ancora in lotta per qualificarsi alla Coppa Italia. Ma quando Atansijevic ha aumentato la qualità di gioco c’è stato poco da fare: 27 punti e, grazie anche ai 16 di Fromm, la contesa è stata agevolmente chiusa.

Prova autorevole di Verona che si è velocemente sbarazzata di Città di Castello, blindando il quinto posto. Protagonisti Sander (13 punti, 3 aces), Zingel (8 punti, 4 muri), Deroo (top scorer con 15 punti); Gasparini (12) e Anzani (3 muri), con Pesaresi libero e Coscione in cabina di regia, completano la formazione di Giani che ha dato sempre filo da torcere alle big, unica squadra a sconfigger Trento.

Renan è finalmente tornato a livelli del pre-infortunio e ha trascinato la sua Ravenna al Paladesio, affossando Milano con 19 punti (3 aces), ben supportati dai 15 di Cebulj. I romagnoli chiudono al settimo posto, alle spalle della sorprendente Latina che ha osservato un turno di riposo.

Il girone d’andata si completerà domani sera con la disputa della sfida tra Padova e Monza, entrambe già fuori dai discorsi per la Coppa Italia.

 

Di seguito tutti i risultati della tredicesima giornata, la nuova classifica e il tabellone di Coppa Italia:

Lube Banca Marche Treia vs Modena Volley           3-2 (25-19; 21-25; 23-25; 25-15; 15-10)

Sir Safety Perugia vs Exprivia Neldiritto Molfetta     3-1 (23-25; 25-17; 25-20; 25-20)

Calzedonia Verona vs Altotevere Città di Castello    3-0 (25-22; 25-20; 15-19)

Revivre Milano vs CMC Ravenna       0-3 (24-26; 23-25; 16-25)

Energy T.I. Diatec Trentino vs Copra Piacenza        3-0 (25-17; 25-17; 27-25)

Tonazzo Padova vs Vero Volley Monza          Lunedì 29 dicembre, ore 20.30

RIPOSA: Top Volley Latina

 

CLASSIFICA:

# SQUADRA PUNTI PARTITE GIOCATE PARTITE VINTE
1. Trento 30 12 11
2. Modena 30 12 10
3. Macerata 28 12 9
4. Perugia 27 12 9
5. Verona 22 12 8
6. Latina 21 12 7
7. Ravenna 19 12 6
8. Piacenza 18 12 6
9. Molfetta 13 12 5
10. Padova 7 11 2
11. Città di Castello 7 12 2
12. Milano 6 12 3
13. Monza 3 11 0

 

 

COPPA ITALIA – QUARTI DI FINALE (martedì 6 gennaio, in gara unica):

(1) Trento – (8) Piacenza

(4) Perugia – (5) Verona

(2) Modena – (7) Ravenna

(3) Macerata – (6) Latina

COPPA ITALIA – FINAL FOUR, a Bologna il 10-11 gennaio

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top