Basket Femminile: Ricchini lancia l’allarme, “Abbiamo bisogno di un centro e servono personaggi”

basket-femminile-roberto-ricchini-italia-fb-fip.jpg

A margine della sfida con la Russia nel torneo di Schio, il CT dell’Italia Roberto Ricchini si è concesso per un’intervista alla Gazzetta dello Sport. Molto interessanti le dichiarazioni rilasciate dal nostro allenatore e che sono riportate sul sito del quotidiano sportivo.

Ricchini traccia un bilancio del momento del basket femminile in Italia e cosa può servire per avere più attenzione verso questo sport: “Vedo palazzetti con tanta gente, ma possiamo e dobbiamo fare di più. Bisogna investire nel reclutamento e di conseguenza negli allenatori e portare più persone a vederci. Ci vogliono risultati per ottenere visibilità, e le ragazze devono anche essere più personaggi. Devono proporsi un po’ di più. Gambarini mi sembra un personaggio”

Francesca è certamente uno dei migliori prospetti, ma la strada per la nazionale maggiore è ancora lunga, come conferma lo stesso CT: “E’ Under 20 e per ora con le piccole ho solo l’imbarazzo della scelta. E’ il settore in cui siamo messi meglio”. 
Il grande problema della nazionale è certamente il reparto lunghi, dove l’Italia non riesce a colmare il vuoto lasciato da una giocatrice come Ress: “E’ il mio problema.-prosegue Ricchini-. Qui sto riprovando Laterza, che può giocare da passaportata. E tra queste c’è anche l’americana Pam Rosanio che, però, è un’ala tiratrice. Dobbiamo trovare le indispensabili lunghe”

L’appuntamento di Schio è fondamentale, perchè Ricchini ritroverà le azzurre solo l’anno prossimo: “A fine campionato rivedrò la squadra. A Schio e Venezia hanno tante nazionali, ma fanno le coppe, è inutile spremere le ragazze con altri raduni. Ci prepareremo bene per l’evento dove nella prima parte passano in 4 su 5. Abbiamo la Turchia, che è forte, Polonia, Bielorussia e Grecia. Dobbiamo farcela”.

Poi uno sguardo al campionato e alla sua esperienza sulla panchina della Saces Napoli, che dal suo arrivo sta facendo benissimo, con anche la vittoria contro Schio nell’ultima giornata: “Assolutamente sì. Mi mancava la quotidianità del campo, l’adrenalina. Se non alleni sempre perdi il ritmo, e io l’ho ritrovato. Mantenersi in allenamento è fondamentale”.

 

tutte le dichiarazioni dal sito gazzetta.it

Clicca qui per mettere Mi Piace alla pagina ComunichiAmo il Basket Femminile

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB ufficiale di Virtus Eirene Ragusa

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top